Falsi contratti per prodotti cosmetici, nei guai procacciatrice a Montoro

0
281
Carabinieri in pattuglia nell'area di Budrio (Bologna)

Un particolare caso di truffa è stato smascherato dai Carabinieri della
Stazione di Montoro Superiore che hanno denunciato una persona.

Tutto è partito quando alcune ignare signore si sono rivolte ai Carabinieri
dopo che si son viste recapitare presso le loro abitazioni comunicazioni di
mancato pagamento per dei cosmetici mai ordinati né tantomeno ricevuti,
fatturati a loro nome.

Gli investigatori, dopo aver escluso che potesse trattarsi di mero errore,
hanno avviato le indagini che hanno svelato la procedura truffaldina alla
base degli addebiti, denunciando alla competente Autorità Giudiziaria una
30enne della provincia di Salerno.

Quest’ultima, riuscendo ad entrare in possesso, con raggiri ed inganni, di
dati e copie di documenti d’identità delle vittime, stipulava senza il loro
consenso dei contratti per l’acquisto di cosmetici per un importo di
centinaia di euro, facendosi consegnare i prodotti ordinati presso la sua
abitazione, percependo inoltre dalla società le provvigioni di vendita.

All’esito di attività d’indagine i Carabinieri sono riusciti ad individuare
e deferire in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino la
trentenne, ritenuta responsabile dei reati di truffa e sostituzione di
persona.

Sono tuttora in corso accertamenti da parte dei Carabinieri finalizzati sia
a risalire all’identità di possibili complici sia ad appurare la
responsabilità della donna in eventuali ulteriori analoghi fatti.