Taccone: “Dannoso cambiare ora, Novellino resta”

0
323

In occasione degli auguri di Pasqua il presidente Walter Taccone ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni dei giornalisti presenti: “Dobbiamo incoraggiare questi ragazzi, non possiamo rompere il giocattolo. Ognuno di noi ha delle responsabilità. Oggi parleremo con i ragazzi negli spogliatoi. Dobbiamo stimolarli. Le persone che non vogliono Taccone forse hanno ragione, ma non posso dare la squadra al sindaco. Più di questo non posso fare. Regalo la società, ma non posso lasciarla senza nessuno alla guida. Stiamo provando a tamponare”.

Capitolo Novellino: “Stamattina ho parlato con l’allenatore. Tutti possiamo sbagliare e possiamo fare degli errori. Quelli che vogliono l’esonero di Novellino sono le stesse persone che avevano richiesto la conferma dell’allenatore. Mi prendo le mie responsabilità, ma anche i tifosi avevano chiesto la conferma di Novellino. Cambiando allenatore non credo possa cambiare molto. I tifosi vogliono bene alla squadra, la Curva li ha incitati fino alla fine. Capisco chi contesta, ma non possiamo far fare una brutta fine all’Avellino. Novellino va avanti per la sua strada. E’ chiaro che nel caso in cui non vengano i risultati sarà lui stesso a dare le dimissioni. E’ un uomo di calcio e farà le sue valutazioni. Facciamo le cose con calma. Ha il nostro appoggio”.

La classifica si sta facendo davvero critica: “Stanotte non ho dormito. Vogliamo salvare questa squadra e non nascondiamo le difficoltà. Usciamo insieme da questo periodo buio. Ci vuole compattezza. Non siamo stupidi, i soldi per pagare un nuovo allenatore li abbiamo. Non sono soddisfatto del rendimento della squadra, ma la responsabilità é di tutti. La squadra ha reagito dopo le due reti subite. Rischiavamo di prendere un’imbarcata, ma abbiamo reagito. Fosse entrato il tiro di Cabezas forse ora stavamo parlando di altro. Il calcio è sempre opinabile, ma la realtà è questa. Abbiamo reagito bene”.