C’è bisogno di risorgere 

0
523

Buona Pasqua. Di serenità, di salute, di riflessione. In questo giorno speciale la Resurrezione diventa doveroso richiamo per quanti si impegnano per il bene comune. C’è bisogno di pace nel mondo. Contro ogni guerra, ogni violenza, ogni persecuzione. Umanità e rispetto siano i valori necessari nella società, oggi tempestata da tanti mali. Deve riflettere l’Europa che mostra segni di grande debolezza nei confronti dei Paesi che accolgono gli immigrati; l’Italia che deve trovare al più presto un governo stabile per uscire dalle tante incertezze; il Mezzogiorno che, nonostante i tanti proclami, continua ad allungare le distanze dal resto del Paese; la Regione Campania, sempre più matrigna nei confronti delle zone interne; l’Irpinia che è in mezzo al guado tra sviluppo ed emigrazione; la città di Avellino che dopo la disastrosa esperienza del governo Foti sarà chiamata a rinnovare la sua classe dirigente. Già, Avellino. Foti esce di scena. Il bilancio del suo mandato rasenta il fallimento. Non è il solo responsabile. Ha governato senza il supporto del suo partito, senza la collaborazione di un Consiglio, sempre litigioso e inconcludente; senza una maggioranza compatta. Ha subito ricatti dalla burocrazia interna, si è piegato ai voleri dei poteri ombra. Non ha saputo reagire ed è stato sconfitto. Ora per la città si apre una diversa prospettiva. Dipende molto dal valore della scelta che andrà a fare quel che resta dei partiti. L’eredità è pesante. La città è in agonia. Cantieri non completati, vivibilità difficile, povertà in aumento, risorse scarse e anche quelle disponibili non sono state sempre utilizzate nel modo e nei tempi giusti. Tutto questo impegna una serena riflessione che dovrà accompagnare la resurrezione della città.

di Gianni Festa edito dal Quotidiano del Sud