“Insieme protagonisti”, il dibattito sulla salute

0
59

La salute è benessere psicofisico, da ricercare e proteggere in tutte le fasi della vita e da offrire alle future generazioni. È un diritto che dobbiamo difendere da ogni minaccia, con comportamenti e scelte adeguati.

La medicina ha compiuto progressi enormi, favorendo sia la durata che la qualità della vita; le vaccinazioni e la diagnosi precoce stanno dando notevoli risultati, eppure un numero sempre maggiore di persone si ammala, è costretto a curarsi e deve essere assistito.

È evidente quindi che la soluzione definitiva del problema della salute non può consistere esclusivamente in cure ed assistenza, ma va trovata affrontando l’argomento in tutte le sue componenti, tra cui ambiente, alimentazione e stile di vita sono le più importanti.

Ormai è dimostrato che il cibo industriale, consumato quotidianamente, è tra le principali cause di malattie ed obesità, anche in età giovanile. Il rapporto tra giovani e cibo è complicato, ma la soluzione è questione d’informazione, buona volontà, cura di sé, attenzione per i propri cari e passa attraverso la correzione di esempi e comportamenti errati assunti fin dall’infanzia. Essa va affrontata alla radice con la educazione alimentare in famiglia, nelle scuole ed attraverso i mezzi d’informazione.

Perciò tra gli argomenti cui dedicherò il mio impegno ci sono le mense scolastiche e la diffusione in Città del cibo buono, pulito giusto e sano, prodotto da piccole imprese locali artigiane ed agricole. Sarà importante coinvolgere le Associazioni e gli Ordini Professionali (medici, nutrizionisti, biologi, ecc.) e la Polizia Locale, che collaborerà con le strutture pubbliche anche per la tutela della salute dei cittadini.

“Pensiamo alla Salute”: un documento sull’ambiente concordato fra 15 Associazioni (compresa Slow Food Avellino), quindi redatto dai cittadini. La prossima amministrazione dovrà lavorare con grande impegno sui temi ambientali anche per tutelare la salute degli Avellinesi. Li dovrà affrontare in collaborazione con i territori limitrofi con cui sono condivisi, senza perdere di vista le piccole/grandi cose del nostro vivere quotidiano: la qualità del cibo somministrato o venduto nei pubblici esercizi, la pulizia della città, la razionalizzazione del traffico, della raccolta dei rifiuti e della rete idrica.

Risolvere i problemi ambientali e di salute concorre anche allo sviluppo della nostra Città, perché crea posti di lavoro, attrattori sanitari e turistici e, contemporaneamente, favorisce la vendita di cibo locale sano prodotto da piccole aziende irpine, con drastica riduzione di trasporto, imballaggi e rifiuti.

Non sono idee impossibili da realizzare: molte città italiane ci sono riuscite o ci stanno provando. Per farlo anche ad Avellino, è indispensabile l’appoggio continuo della opinione pubblica, il sostegno costante di tutte le Associazioni che rappresentano i cittadini e dei mezzi dìonformazione.

Lucio Napodano, n. 3 nella lista civica INSIEME PROTAGONISTI – Nello Pizza Sindaco