Al via il Festival del libro di Venosa

0
57

Parte la Fiera con un libro sulle minoranze arbereshe su Maschito di Virgilio Iandiorio pubblicato da Arturo Bascetta, questo mercoledi 6. Si prosegue con il Festival del libro di Venosa il prossimo 8-9-10 giugno la ABE (Arturo Bascetta editore) sarà presente con le sue novità editoriali. La casa editrice avellinese è al suo trentesimo anno di attività e in questi anni ha pubblicato oltre mezzo migliaio di libri, soprattutto attinenti alla storia dei nostri paesi, ma non solo.

Per l’importante evento nella città di Venosa ABE ha pubblicato due libri dedicati alla città e ai paesi del Vulture. Due volumi si riferiscono ai diari dei visitatori inglesi che nel XVIII e XIX secolo visitarono la regione del Vulture: la traduzione italiana e il testo inglese di Henry Swinburne (1743-1803), Richard Keppel Craven(1779-1851) ed Edward Lear (1812-1888).

I due volumi, curati da Teresa Zeppa e Virgilio Iandiorio, riportano quanto osservato da questi viaggiatori nel corso della loro visita. Impressioni e considerazioni di prima mano di forestieri che per la prima volta visitano una regione, al di fuori delle mete privilegiate dagli inglesi nel loro grand tour in Italia.

Un volume è dedicato a Maschito, paese popolato nel XVI secolo da immigrati albanesi. L’autore, V. Iandiorio, considera, alla luce della moderna storiografia, i motivi che spinsero tanta gente ad attraversare l’Adriatico; le relazioni con i feudatari del luogo; le notizie sul paese degli eruditi napoletani del XVIII secolo; l’importanza dell’eroe nazionale albanese Skanderbeg.

L’editore ABE sbarca in terra lucana, “scrivendo” della Basilicata e rendendo omaggio alla città di Venosa e alla regione del Vulture, che in passato ha avuto diversi legami con i paesi della Provincia di Principato Ultra, basti pensare alla famiglia Caracciolo di Torella e a quella dei Gesualdo.