Il M5S porta in Parlamento la contesa dell’immobile che ospitava il “San Giacomo”

0
42
Il candidato premier per il Movimento cinque stelle, Luigi Di Maio, saluta simpatizzanti M5s dopo il voto nella scuola 'Sulmona' di Pomigliano d'Arco (Napoli), 4 marzo 2018. ANSA / CIRO FUSCO

La portavoce alla Camera dei Deputati Maria Pallini, con le consigliere comunali di Monteforte Irpino, Chiara Motta e Paola De Cunzo del Movimento 5 Stelle, fa sapere di aver incontrato ad inizio settimana il direttore generale dell’Azienda Sanitaria Locale, Maria Morgante, in merito allo stato di abbandono dell’immobile che ospitava l’ospedale “San Giacomo”.

“In attesa che i giudici stabiliscano di chi è la proprietà della struttura, contesa tra l’Azienda Ospedaliera Moscati ed il Comune di Monteforte Irpino – dichiara la parlamentare avellinese – abbiamo chiesto alla dottoressa Morgante quali fossero le intenzioni dell’ASL in merito al presidio ospedaliero allocato nel plesso che, in passato, è stato punto di riferimento dell’hinterland avellinese e di tutta la Bassa Irpinia”.

“Abbiamo appurato dalla manager Morgante – affermano le consigliere Motta e De Cunzo – che, allo stato attuale, l’immobile risulta sovradimensionato e inidoneo, da un punto di vista strutturale, alla funzione preposta e che, per adeguarlo, sarebbero necessarie consistenti risorse finanziarie. L’alternativa, già avanzata dall’Asl all’amministrazione, consiste nel reperimento di uno spazio comunale dove trasferire le attuali attività ambulatoriali. Tuttavia, ad oggi, a parte qualche dichiarazione pubblica del sindaco, tutto è ancora purtroppo fermo, mentre, per un altro verso, l’ex ospedale San Giacomo resta in uno stato di degrado ed abbandono”.

“Intanto – conclude la deputata Pallini – mi faccio promotrice di prossimi incontri con le parti interessate al fine di trovare la soluzione più adeguata affinché Monteforte Irpino sia di nuovo punto di riferimento per le zone limitrofe. Garantire ai cittadini servizi sanitari efficienti in edifici moderni e sicuri è una delle nostre priorità. Lavoreremo in sinergia con le consigliere Motta e De Cunzo e le istituzioni preposte perché questo accada”.