La protesta dei lavoratori ACS

0
52
La protesta dei disoccupati e precari dell'ex progetti Bros davanti alla sede del Consiglio comunale a Napoli, 11 luglio 2014. ANSA / CIRO FUSCO

Ad una settimana dalla scadenza dei vecchi contratti, i dieci lavoratori della cooperative “Panta rei” e “Mosè”, addetti alla pulizia di alcune strutture comunali, ancora non hanno notizia della pubblicazione del nuovo bando. Ieri mattina, dunque, la protesta a Palazzo di città, con tanto di striscioni contro la nuova amministrazione di Vincenzo Ciampi: “Il cambiamento: 10 famiglie senza lavoro”. I contratti che legavano le due cooperative e l’Acs sono scaduti, le prestazioni offerte hanno riguardato, finora, la guardiania e la pulizia dei servizi pubblici in varie strutture comunali: Coni, Eliseo, mercato bisettimanale, Villa Comunale. Sono queste alcune delle strutture interessate. Con la scadenza dei contratti, però, i dieci dipendenti si sono ritrovati senza lavoro. A nulla sono valsi gli incontri nei giorni scorsi con il sindaco, Vincenzo Ciampi, il segretario generale, Riccardo Feola, l’ammini – stratore pro tempore di Acs, Giovanni Greco, e i responsabili comunali di settore. I lavoratori ieri, dopo aver tentato invano di incontrare il sindaco, ci riproveranno