“Premio Pratola Serra nel Mondo”, tutto pronto

0
38

Con nota della Giunta Regionale della Campania, Direzione Generale per le Politiche Culturali e il Turismo, il progetto “Premio Pratola Serra nel Mondo”, presentato dall’Amministrazione Comunale di Pratola Serra in risposta al POC Campania 2014/2020 – Linea Strategica 2.4 Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e la cultura – Linea 1 FORMA SINGOLA, è stato finanziato per un importo di € 70.000,00.

Motivo di grande soddisfazione per il Sindaco Emanuele Aufiero e per l’Amministrazione Comunale di Pratola Serra per averci creduto ed essere riusciti ad ottenere tale finanziamento in forma singola, e non associata ad altri Comuni, a dimostrazione della bontà e della grande valenza progettuale, oggi riconosciuta anche dalla Regione Campania.

Si ricorda che, il “Premio Pratola Serra nel Mondo” è stato istituito nel 2007, su idea del già Sindaco Antonio Aufiero, al fine di diffondere le tradizioni locali nel mondo e per valorizzare la sensibilità culturale e la creatività artistica delle intelligenze irpine, la cui attività si sia segnalata all’estero e sul territorio nazionale per impegno, continuità ad alto livello qualitativo, nonché far rimanere sempre viva la memoria dei suoi illustri “fu”. Oggi è diventato un appuntamento fisso della comunità pratolana, trasmesso anche in live streaming, appositamente regolamentato con Regolamento Comunale. Infatti ogni anno, su proposta della Consulta comunale per le iniziative culturali, avallata dalla Giunta comunale, vengono premiati cittadini pratolani, nativi o d’adozione, che si siano particolarmente distinti nel mondo intero nei più svariati campi: dal giornalismo e poesia alla scienza, dallo sport all’arte, dalla pittura alla scienza, alcuni dei quali: Vincenzo Mauro (arbitro di calcio internazionale Italia ’90 e Olimpiadi di Seul 1988), Maggiore dei Bersaglieri Giuseppe Acone (per le tante missioni di pace internazionali), Carlo Marano (inventore e detentore brevetto della protesi mobile dell’arto inferiore), Ugo Piscopo e Gerardo Picardo (Poeti e giornalisti), Giuseppe Antonello e Ermonde Leone (Pittori e scultori), Pasquale Di Fabrizio (Calzolaio delle star di Hollywood), Walter Antonio Petruzziello (Avvocato – Presidente Comites e Coordinatore MAIE Curitiba – Brasile), Nicola Acone (Direttore UOC di Malattie infettive e del Dipartimento medico e specialistico presso AORN S. Giuseppe Moscati di Avellino), Pio Santoro (Medico ortopedico), Antonio Magliaro (Medico dermatologo), Faustino De Fabrizio (Pittore e scultore) e altri ancora. Tanti altri meriterebbero il riconoscimento, cosa che avverrà nei prossimi conferimenti, a dimostrazione della grande fertilità artistica, umana e culturale dei cittadini pratolani.

Per più volte, negli anni addietro, si era provato ad accedere a forme di finanziamento per il premio in questione, ed ora, grazie anche al contributo tecnico del dott. Salvatore Crispino per lo studio e la redazione della proposta progettuale, si è riusciti ad accedere a questo importantissimo finanziamento in forma singola.