Manifesti in città contro alcuni consiglieri comunali, Sibilia: “Gli abusi saranno denunciati”

0
53

Giornata surreale ad Avellino, dove sono apparsi cartelloni 6×3, a firma del M5S. Sotto la gogna mediatica alcuni consiglieri comunali: Nello Pizza, Stefano La Verde, Nadia Arace, Nicola Giordano, Modestino Verrengia, Dino Preziosi, Lino Pericolo, Alberto Bilotta.

Carlo Sibilia commenta: “Sono in atto intimidazioni ai danni di professionisti incaricati di diffondere informazione ai cittadini avellinesi. Ogni abuso sarà denunciato. Ognuno si prenda le sue responsabilità. Se si può spiegare il NO al “Ferragosto Avellinese” lo si faccia tranquillamente. Sono certo che i cittadini capiranno”. L’Assessore alla Cultura Mancusi, invece, ha pubblicato lo scatto con una didascalia dove scrive di prendere le distanze dal  gesto.

Duro Cipriano che scrive su Facebook: “Accade l’impensabile. La gogna mediatica c’è, non è chiaro commissionata da chi e con quale reale scopo. Qualcosa non quadra.
Costruita così sembra finanche uno sgambetto dall’interno per affossare Ciampi. Un colpo basso dei suoi. Intanto qualche indizio inizia a comparire… Solo stamattina, ai capigruppo consiliari, Ciampi aveva ribadito ancora una volta le sue scuse e la volontà di non pubblicare alcun manifesto. Dopo poche ore ecco invece cosa circola ed impazza sul web. Ci sarà da approfondire, ma la notizia è vera. Il manifesto esiste. Invito il presidente del Consiglio comunale Ugo Maggio a sporgere subito formale denuncia per indagare sull’episodio. Se il Sindaco non dice la verità, non può amministrare la città. Se il Sindaco non ha autorevolezza e controllo dei suoi consiglieri e collaboratori, non può amministrare la città. Se il Sindaco non fornisce entro sera una spiegazione vera, valida e credibile, inequivocabile e con tanto di prove, meglio chiuderla qui.Le dimissioni sono l’unica strada. E pensare che c’è chi si lamentava che sarebbe stato un ferragosto senza botti…”