Chianche, sorpreso alla guida di un’auto rubata

0
34
Un agente della Dia nello stabilimento per la raffinazione dello zucchero e per la produzione di articoli alimentari, intestato alla famiglia Passarelli e sequestrato , oggi 8 aprile 2010, nell'ambito dell'operazione contro i beni dei casalesi. Dalle prime ore di stamane 200 uomini della DIA e dei Carabinieri di Caserta stanno eseguendo un decreto di sequestro beni per un valore complessivo di 700 milioni di euro emesso dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli a carico di esponenti del clan dei Casalesi. CIRO FUSCO /ANSA /DBA

Ricettazione e False attestazioni sull’identità personale: sono queste le accuse di cui dovrà rispondere un 48enne sorpreso dai Carabinieri della Stazione di Chianche mentre era alla guida di un’auto rubata.

Il 48enne, originario della Liberia e residente ad Afragola, è caduto nella rete dei militari impegnati in un servizio di controllo del territorio.

Dagli immediati accertamenti l’autovettura condotta dal soggetto è risultata rubata nel mese di novembre del 2017 in provincia di Napoli.

Alquanto difficoltosa è stata invece l’identificazione dello straniero che, non essendo in possesso dei documenti di riconoscimento, declinavano le proprie generalità.

Condotto in Caserma, l’intuito degli operanti permetteva di accertare in maniera univoca che le informazioni ricevute dal controllato erano false: il responso dei rilievi fotografici e dattiloscopici confermava che era già ben noto alle Forze di Polizia.

Si appurava difatti che il soggetto era stato varie volte sottoposto a controllo ed in più occasioni si era dotato di differenti identità personali, i cosiddetti “alias”. Soltanto il certosino lavoro di accertamento condotto dagli investigatori dell’Arma ha consentito di individuare le sue reali generalità.

Alla luce delle evidenze emerse, per il 48enne è dunque scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Benevento.

L’autovettura è stata sottoposta a sequestro in attesa di essere restituita all’avente diritto.