Campania, Di Scala: “Bando EAV, De Luca è confuso”

0
32
Il presidente della Campania Vincenzo De Luca alla riapertura, dopo sette anni, del Pronto soccorso del Cto a Napoli, 23 aprile 2018 ANSA / CIRO FUSCO

“Possibile che il Governatore non si sia accorto che quanto richiede al Presidente EAV è già previsto nel bando? Comunicazioni istituzionali usate e ridotte a mera propaganda e sterili assist da campagna elettorale tra Presidenti.” Così la Consigliera Maria Grazia Di Scala, segretaria della Commissione Trasporti, sulla nota inviata dal Presidente Vincenzo De Luca al Presidente EAV Umberto De Gregorio nella quale chiede di ampliare le opportunità di accesso per le figure professionali specializzate da reclutare, indipendentemente dal voto del diploma. “L’avviso di bando iniziale presentato a Santa Lucia, sul quale ho manifestato grossi dubbi, prevedeva che per poter partecipare era necessario aver conseguito il diploma con una votazione superiore a 80/100, mentre quello pubblicato sul BURC n. 61 del 27 agosto elimina il vincolo del voto del diploma se i partecipanti sono in possesso di abilitazioni o in alternativa particolari certificazioni e/o percorsi formativi” – chiarisce Di Scala. “È davvero poco credibile che De Luca non abbia letto il bando. In realtà la modifica necessaria da inserire nel bando riguarda gli operatori di esercizio da impiegare al trasporto automobilistico a cui andrebbe estesa la possibilità di partecipare alla selezione anche a coloro che hanno notevoli esperienze, pratiche e documentate, indipendentemente dal titolo di studio. Se De Luca e De Gregorio si impegnassero di più ad amministrare probabilmente avremmo meno confusione e una regione migliore,” conclude Maria Grazia Di Scala.