Caso Mancini, due possibile scenari. Oggi si decide

0
52

Chiuso l’incidente probatorio davanti al Gip del Tribunale di Avellino Vincenzo Landolfi, chiesto dalla Procura sul Liceo Scientifico Mancini di Avellino. Nell’udienza di ieri mattina il perito nominato dal Gip, l’ingegnere Maurizio Perlingieri ha sostanzialmente  confermato quello che aveva scritto in una relazione bis depositata qualche giorno fa, un supplemento a chiarimento della relazione peritale. In buona sostanza nessun rischio statico o di rovina.

La mancanza di necessità urgente di interventi per l’adeguamento antisismico della struttura chiusa a novembre del 2017 dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Avellino . Una situazione cristallizzata, quella che ora fa parte del procedimento. La Procura, rappresentata in aula dal capo dei pm Rosario Cantelmo, ha chiesto al Gip di ascoltare i propri consulenti o in contraddittorio con lo stesso perito. Una richiesta che è stata rigettata da parte del magistrato. Ora gli atti tornano al Pm titolare delle indagini, il sostituto Procuratore Roberto Patscot (che compone il pool presieduto dal Procuratore Cantelmo e dal sostituto Cecilia De Angelis) è quindi saranno decisive le prossime ore. Due gli scenari.

Sulla base delle conclusioni del perito infatti, già nella mattinata di oggi o quantomeno a stretto giro il legale dell’amministrazione provinciale di Avellino, il penalista Luigi Petrillo, potrebbe chiedere infatti il dissequestro della struttura. Nel caso di parere negativo da parte della Procura gli atti passerebbero al Gip Landolfi che dovrà decidere. In caso di no anche da parte del magistrato, invece, il caso finirebbe al Riesame. Una settimana decisiva dunque.