Il meglio del tennis amatoriale passa per l’Irpinia

0
442

Una domenica all’insegna del tennis con il vertice regionale del Tpra (Tennis Program Ranking Amateur) il circuito di tennis amatoriale della federazione italiana tennis. L’appuntamento è al Country Sport di Avellino per il prossimo 9 dicembre. A partire dalle 9.45 una non stop su quattro campi per assegnare cinque titoli del Campania Ranking Trophy organizzato con il supporto dello sponsor Girada.

LIMIT 45, il gradino più basso, ma attenzione a non sottovalutarli. Giuseppe Di Marzo​, Aniello Castiglione, Giuseppe D’Ambrosio e Riccardo Vivenzio. Non cederanno di un millimetro per portarsi a casa uno dei titoli in palio.

LIMIT 65, il livello intermedio, in gara ci sono autentici stakanovisti del circuito ai vertici del Ranking nazionale. Massimo Roca, Gennaro Guarino, Nando Pizza e Paolo Cefarelli sono pronti per tre sfide dal pronostico incerto.

BEST NEW FIGHTERS, nuovi ma già veterani. Ognuno nella propria categoria si annuncia tra i big della regione per il 2019. Chi sarà tra Arturo De Crescenzo, Simone De Simone, Marco Catalano e Roberto Siricio il migliore tra i nuovi?

DOPPIO maschile, la Campania è la regina del doppio se si guarda la classifica nazionale. Non ci saranno i numeri due d’Italia Pagano e Somma, chi li sostituirà non sarà da meno: Gaetano Airone è numero cinque d’Italia e farà coppia con Filippo Galoppi (#13). I favorito sono gli All Star, Fabio Bonavita ed Elia Ventola. Outsider insidiosi che non staranno a guardare sono Giuseppe De Maio e Francesco Cannavale, così come Ivan Filippelli e Sergio Bergamasco.

OPEN maschile, la categoria al top. Saranno in otto a contendersi la palma di migliore tennista Tpra della Campania: Antimo Pragliola, numero 5 del Ranking italiano, Paolo Tescione, numero 6 e recente finalista al Master nazionale di Capri, Massimo Angora, Orazio Sarro, Massimo Famiglietti, Salvatore Caravella, Luca Gianfrancesco e Franco Primaverile.

Si chiude un anno straordinario per il Tpra. “Ad Avellino e Benevento siamo andati oltre le previsioni” sottolinea il promoter Massimo Roca. “Da gennaio a novembre 110 tornei organizzati in 15 circoli. Il Tpra è stato un successo che è andato oltre quello che era lecito attendersi in province piccole che notoriamente non possono contare su grandi numeri”.

Come è noto il circuito ripropone a livello amatoriale nazionale la stessa struttura del circuito ATP. Divertimento, flessibilità, visibilità e interattività grazie al sito internet www.tpratennis.it ed alle classifiche aggiornate in tempo reale questi gli aspetti vincenti del Tpra. Iscrizione gratuita: per partecipare serve una tessera Fit anche non agonistica.