Le atmosfere musicali della “Notte Viennese”

0
714

Il Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino apre i battenti alla straordinaria Orchestra Internazionale Ungherese. Per il primo spettacolo dell’anno, infatti, si è pensato ad un concerto, naturalmente in grande stile, dedicato a tutti gli appassionati di musica classica e dei grandi suoi interpreti nel panorama mondiale. È in programma per oggi, venerdì 4 gennaio, a partire dalle ore 21.00, il Concerto di inizio anno dal titolo “Notte Viennese”. Secondo appuntamento del mini programma “Eventi Speciali”, inserito nel cartellone complessivo della stagione 2018-2019, che ha già visto sul palco del Massimo cittadino l’eclettico Angelo Pintus e che si chiuderà il 24 gennaio con “Essenze Jazz” di Eduardo De Crescenzo.
Al “Gesualdo”, quindi, torna il linguaggio internazionale della musica con il suo potere di comunicare sentimenti, pensieri e atmosfere senza pronunciare una sola parola. Una dote che si riscontra pienamente nell’Orchestra Internazionale Ungherese capace di esprimere quella che è la vera padronanza della musica: riuscire a raggiungere il pubblico e portarlo in un viaggio, dove sperimentare il significato delle armonie delle stesse note.
L’esibizione di domani è una delle poche possibilità di sentire questi musicisti insieme, dato che la maggior parte di loro sono i membri principali delle rispettive formazioni e istituzioni musicali. Tuttavia, per poche date all’anno, riescono a riunirsi e portare la loro visione unica dei capolavori della musica mondiale ad un pubblico internazionale. Implementando un progetto nato per far esibire insieme questi straordinari talenti al meglio delle loro capacità e raggiungere paesi stranieri.
E con la musica, al Teatro “Carlo Gesualdo”, non poteva non ritornare anche la danza. Domenica 6 gennaio, infatti, il Balletto del Sud sarà in scena con “La bella addormentata”. Un balletto in due atti sulle musiche di Petr Ilic Cajkovskij e le coreografie di Fredy Franzutti. Lo spettacolo, che inizierà alle 21.00, fa parte della categoria “Danza”, inaugurata dalle atmosfere incantate, suggestive ed emozionanti de “Il lago dei cigni”, che concluderà il suo programma di tre soli eventi con il balletto “Flamenco Espanol” in programma nel giorno di San Valentino.