“Vivo la mia Città”, pronta la seconda giornata

0
382

Domani (Venerdì 17 maggio) si svolgerà la seconda giornata di “Vivo la mia Città”, l’iniziativa ideata e promossa dall’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Avellino attraverso la Commissione Cultura, nell’ambito del Maggio dei Monumenti.

Dalle ore 9 alle ore 13, gli alunni delle classi quarte della scuola primaria “Regina Margherita” di Avellino, parteciperanno ad una visita guidata al Duomo di Avellino con successivi laboratori emozionali. Gli studenti già nella prima giornata, hanno visitato il Duomo di Avellino con gli architetti coinvolti nell’iniziativa e hanno poi partecipato al laboratorio emozionale all’interno del quale hanno sviluppato dei disegniin base alle loro impressioni ricavate dalla visita.

 

Questa prima esperienza con gli studenti – dichiaraEleonora Dionisioè stata interessante. I bambini, infatti, hanno partecipato attivamente alla visita guidata ed hanno elaborato, attraverso disegni, i contenuti proposti, secondo il loro potenziale creativo ed espressivo.Educare all’arte e alla conoscenza del patrimonio culturale in età scolare permette una familiarizzazione e interiorizzazione della materia, suscitando il bisogno di comprendere la vita presente attraverso lo studio del passato”.

 

Già a Natale ci siamo occupati del Duomo della nostra città, attraverso il progetto d’illuminazione della facciata, promosso dalla Diocesi di Avellino, a cura della Consigliera Segretario dell’Ordine Alessandra Trivelli e l’azienda design in luce di Mirabella Eclano, con il supporto tecnico logistico di Artlux di Paternopoli e di Aierbit ed Italnolo di Atripalda, iniziativa che ha riscosso grande consenso dalla cittadinanza – dice Erminio Petecca Presidente dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Avellino –Adesso, invece, ci occupiamo di far conoscere alle nuove generazioni l’importanza del nostro patrimonio culturale. E’ importante trasmettere ai giovani, il senso di appartenenza alla propria storia e la capacità di emozionarsi davanti alla bellezza”.