Next Ri-Generation: noi rigenereremo il territorio

0
522

“Rigenerazione”. È questa la parola che ha accompagnato gli oltre 200 studenti protagonisti di Next Ri-generation, un evento di formazione e progettazione tenutosi a Rieti dal 9 all’11 maggio 2019. Tra questi giovani “hackers” e delegati, c’eravamo anche noi, sei alunni del Convitto Nazionale Pietro Colletta di Avellino, destinati a ritornare in patria con il premio di Best Delegation e tre menzioni come Best Moders, ma riavvolgiamo il filo della storia. Sono stati due i laboratori che hanno avuto luogo nel “Cuore d’Italia”per cooperare alla ricerca di idee e soluzioni di sviluppo e rigenerazione delle aree interne:il Ri-Hack, dedicato ad alunni di scuole reatine e focalizzato sui “Non-Luoghi”, e il Ri-Mode, una competizione riguardante il rischio sismico che ha visto la partecipazione di 10 delegazioni di 14 scuole provenienti da quelle zone d’Italia che sono particolarmente soggette al fenomeno, ed è proprio in quest’ultimo che ci siamo cimentati io, Alessia Ruta(IV B-LCE), e i miei compagni di scuola e d’avventura Sara Lucia Addeo(IV A-LCE), Ginevra Maria Antonietta Alberti(IV B-LCE), Gianluca Galasso(IV B-LCE), Raffaele Grillo(IV B-LCE) e Vittorio Ayrton Tarantino(IV B-LCE). Un mode è, per definizione, una gara a tema imposto che comprende tre fasi, Model, Debate e Hackathon, articolate talvolta in lingua italiana, talvolta in lingua inglese. Giovedì 9 maggio, a seguito della cerimonia di apertura della tre giorni, ognuno di noi ha portato avanti le proprie idee nella rinnovata veste di delegato, le ha esposte e difese in modalità Debate e votate seguendo le procedure del Model. Le votazioni avevano lo scopo preciso di individuare la vision e il target d’azione su cui dibattere e su cui, il giorno seguente, avremmo lavorato in formato Hackathon. A mediarci, supportarci e supervisionarci nell’impresa abbiamo ritrovato Lorenzo Micheli che avevamo conosciuto nell’ambito del progetto “FuturAvellino”, quattordicesima tappa di “Futura Italia”. La seconda giornata, intensa ed emozionante, è stata costellata di scoperte. La prima, la più attesa: quella del team di appartenenza. All’inizio questo può spaventare e ci si chiede: chi saranno i miei colleghi? Da dove arriveranno? Mi ascolteranno? E io saprò ascoltarli? Cosa impareremo l’uno dall’altra? Diventeremo amici? Tante domande, sette risposte: Beatrice Iacono(IIS Cristofaro Mennella, Ischia),Virginia Drago(Liceo Scientifico Ettore Majorana, Caltagirone), Sebastian Bujor(IIS Leonardo da Vinci-Ottavio Colecchi, L’Aquila), Meghi Santinelli(Liceo Classico-Linguistico Giacomo Leopardi, Macerata), Riccardo Mariantoni(CAT Ugo Ciancarelli per geometri, Rieti), Francesco Mangifesta (Istituto omnicomprensivo di Guglionesi), che stimo e ringrazio moltissimo. La seconda scoperta è stata altrettanto determinante, ovvero quelle della triade da sviluppare, indicante stakeholder, vision e target. Il terzo giorno è stato dedicato alla presentazione e l’approvazione della risoluzione finale, avvenuta sottoforma di conferenza stampa. Essere, premiati dapprima come delegazione scolastico-territoriale, in seguito come  singoli delegati, com’è avvenuto per me, Vittorio e Sara, ci ha ripagati degli sforzi di un lavoro particolarmente impegnativo e di un lungo viaggio. Tutto questo non sarebbe potuto avvenire se la nostra scuola non avesse riconosciuto l’importanza di investire in una formazione digitale, oggi possibile grazie al Piano Nazionale Scuola Digitale del MIUR, dall’avviamento del quale abbiamo avuto la straordinaria fortuna di partecipare a questo ed altri progetti su iniziativa della nostra dirigente scolastica Maria Teresa Brigliadoro e dell’animatore digitale dell’istituto, la professoressa Maria Antonia Vesce. Un ringraziamento speciale spetta alle scuole ospitanti IIS Celestino Rosatelli e IPSSEOA Ranieri Antonelli Costaggini che hanno lavorato senza sosta per il nostro benessere e la riuscita dell’iniziativa, nonché allo stesso Lorenzo Micheli, all’associazione Next Rieti e a tutto lo staff. Presto partiremo per un evento simile che si terrà a L’Aquila, a cui noi tre e gli altri cinque Best Moders abbiamo accesso diretto. Ad maiora semper, Onorevoli!

Alessia Ruta