A Pratola “Una scuola per il territorio”, l’Isis De Sanctis-D’Agostino chiama al confronto su formazione e imprenditoria

0
318

Scuola, istituzioni ed esperti del settore si incontrano per pianificare le nuove strategie occupazionali e di sviluppo per le nuove energie del territorio irpino. Si intitola “Una Scuola per il territorio – strategie efficaci per favorire l’occupazione giovanile nel settore agroalimentare”, il convegno organizzato dall’ I.S.I.S“ F.De Sanctis – D’Agostino” che si terrà venerdì 12 gennaio, alle ore 17, presso l’Auditorium Giovanni Paolo II in via Calvario di Pratola Serra. L’agroalimentare del territorio si apre alle rappresentanze istituzionali, ai rappresentanti e ai tecnici del settore agroalimentare, agli esponenti delle associazioni di categoria e alla forza imprenditoriale della provincia di Avellino, per mettere insieme un sistema sinergico di sviluppo occupazione e di impulso alle attività locali del comparto agroalimentare partendo dalla scuola. Piani formativi e opportunità occupazionali saranno gli obiettivi rivolti alle nuove generazioni e messi in campo dalla manifestazione. La finalità dell’iniziativa sarà promuovere l’inserimento dei giovani del settore contribuendo a rinnovare il sistema produttivo, valorizzare le risorse locali, preservando l’ambiente e garantendo la qualità e la sicurezza dei prodotti.

Così, l’Istituto Tecnico Agrario di Avellino si presenta come vettore di un’importante innovazione trasversale, che parte dal mondo agricolo per arrivare al mondo della produzione, trasformazione e distribuzione dei prodotti agroalimentari con particolare attenzione agli aspetti ambientali, sociali ed economici.
L’evento si aprirà con i saluti di Gerardo Galdo, sindaco di Pratola Serra seguito dall’introduzione seguito dagli interventi di Teresa Bruno, Presidente Consorzio “Tutela Vini d’Irpinia, Luca Beatrice, Presidente G.A.L. Partenio, Angelo Frattolillo, Presidente G.A.L. Irpinia – Sannio, Michele Pio Antonio, Vicepresidente Confagricoltura Avellino, Veronica Barbati, Presidente Coldiretti Avellino Stefano Di Marzo, Presidente Confederazione Italiana Agricoltori AV, Franco Mazza, Presidente “Medici per l’Ambiente” Avellino e Maria Elena Napodano, Fiduciaria “Slow Food Avellino APS”.
Ad introdurre e chiudere gli interventi del tavolo dei lavori, ci sarà il contributo di Pietro Caterini, dirigente scolastico dall’ I.S.I.S“ F.De Sanctis – D’Agostino” di Avellino.
All’iniziativa, inoltre, saranno presenti i dirigenti e rappresentanti del mondo scolastico insieme agli studenti e alle famiglie del territorio irpino e la partecipazione dei sindaci comuni di Aiello del Sabato, Altavilla Irpina, Atripalda, Capriglia Irpina, Cesinali, Chianche, Grottolella, Manocalzati, Mercogliano, Montefalcione, Montefredane, Montefusco, Petruro Irpino, Pietrastornina, Prata P.U., Pratola Serra, Santa Paolina, Summonte, Torrioni e Tufo.
Sull’iniziativa, il dirigente scolastico Pietro Caterini ha dichiarato “Manifestazione di incontro e confronto sono importanti per avviare piani di sviluppo del territorio, partendo dall’istituzione scolastica che è la vera forza motrice per il futuro della provincia di Avellino, da sempre vocata all’agroalimentare. Fondamentale la rete di istituzioni, scuole, professionisti di settore ed associazioni di categoria che devono e possono essere attente alle strategia da mettere in campo insieme e per il futuro della provincia di Avellino, che ringraziamo per la sempre certa presenza e per il generoso contributo messo sempre a
disposizione per la crescita dell’Irpinia.”