A spasso nonostante gli arresti domiciliari, in carcere 36enne

0
689

Era stato tratto in arresto la scorsa settimana allorquando, libero
vigilato, si era reso responsabile dei reati di inosservanza degli obblighi
imposti dall’Autorità Giudiziaria nonché lesioni personali aggravate e porto
abusivo di strumenti atti ad offendere.

Per il 36enne di Moschiano ristretto agli arresti domiciliari, aver
arbitrariamente esteso il beneficio concessogli, è costato caro.

Infatti, all’esito di un controllo, i Carabinieri della Stazione di Quindici
appuravano che il detenuto domiciliare non era in casa. Le immediate
ricerche consentivano ai militari di rintracciarlo poco dopo, distante dalla
sua abitazione.

La puntuale refertazione all’Autorità Giudiziaria di quanto rilevato dagli
operanti, ha fatto scattare la revoca della misura cautelare degli arresti
domiciliari, risultando palese sia la volontà trasgressiva sia la noncuranza
per le disposizioni impartite.

Successivamente alle formalità di rito svolte in Caserma, per il
pregiudicato si sono aperte le porte della Casa Circondariale di Bellizzi
Irpino.