Acquistare una nuova casa: tutto quello che c’è da sapere tra sostegni e burocrazie

0
586

Dal 24 Giugno si è dato il via al decreto che vede un sostengo per gli under 36 intenzionati ad acquistare la loro prima casa.
L’obiettivo è sostenere i giovani che vogliono lasciare la casa dei genitori e cominciare una vita propria, per ottenere la garanzia di Stato sull’80% della quota capitale del mutuo bisogna non aver ancora compiuto i 36 anni e avere un Isee che non superi i 40 mila euro annui.
In questo articolo forniremo tutte le informazioni utili sulle cose da fare per la burocrazia dopo aver trovato e acquistato la casa dei sogni.

Tutta la burocrazia da seguire con la casa nuova

Andiamo perciò a vedere qui di seguito quali sono le cose da fare dopo l’acquisto di una casa.

Cambio di residenza: sicuramente la cosa più importante da fare prima di tutte le altre, andare all’ufficio anagrafe del comune di residenza per comunicare il nuovo indirizzo di dove si va a vivere.
Un’operazione da fare sicuramente subito, perché dopo la vostra comunicazione bisognerà aspettare la visita degli agenti della polizia municipale per accertarsi della presenza di tutti i componenti della famiglia che hanno fatto la richiesta di cambio di residenza.

Comunicazione alle poste: sempre meglio avvisare il prima possibile il cambio di residenza alle poste, per non rischiare di perdere comunicazioni via lettera importanti.
Nel frattempo è buona abitudine chiedere ad uno dei vicini di casa di ritirare la posta nella vostra vecchia abitazione fino a quando il cambio non sarà del tutto effettivo, così sarete sicuri di ricevere ogni comunicazione.

Attivazione delle utenze: provvedere ai vari allacci è sicuramente una tra le prime cose da fare quando ci si sta per trasferire in una nuova casa. L’ideale è che almeno dieci giorni prima del trasloco si dia disdetta dei precedenti contratti, procedendo al contempo con la stipula dei nuovi. In tal senso è possibile trovare maggiori informazioni e capire come svolgere pratiche grazie ad alcuni approfondimenti come, ad esempio, quella di Wekiwi sull’allaccio del gas. In questo modo si potrà avere subito un’idea di come fare per attivare tutte le utenze e farle intestare a proprio nome, avendo anche una stima dei costi, il tutto ancora prima di andare ad abitare nella nuova casa.

Amministrazione condominio: se si acquista un appartamento in una palazzina bisogna avvisare al momento dell’acquisto della nuova casa, in  modo tale che il nuovo amministratore potrà spedire le comunicazioni per le varie assemblee di condominio e gli avvisi di pagamento direttamente al nuovo proprietario.

Assicurazione: che sia quella dell’auto, della moto oppure proprio quella della casa, è sempre meglio avvisare subito il cambio e tutti i nuovi dati, una procedura assolutamente indispensabile. Non tutti sanno che addirittura per l’assicurazione della macchina si rischia una multa molto salata se non si dichiara il giusto indirizzo di residenza.