Addio a Francesco Saverio Festa, il filosofo solitario

0
1638

Se ne è andato silenziosamente, senza avvertire nessuno, in conformità con il suo stile solitario. Una sorta di Diogene dei nostri tempi, Francesco Saverio Festa non era soltanto un Professore, ma un punto di riferimento per tanti studenti che amavano approfondire e ricercare al di là delle ore di lezione.

Il suo corpo è stato ritrovato senza vita nella sua abitazione, da giorni non rispondeva a telefono e non si era presentato agli impegni accademici. Allertate le forze dell’ordine, ieri sera è stata fatta la triste scoperta. Forse un malore fatale martedì sera.

Festa aveva 71 anni e insegna Filosofia Politica all’Università di Salerno. Ad Avellino, grazie al suo “Borgo dei Filosofi”, ha portato personaggi dallo spessore internazionale come Zygmunt Bauman.

«Se ne va un grande meridionalista – commenta il magnifico Rettore della Unisa, Tommasetti – è stato uno studioso attento, un professore che ha formato migliaia di studenti nel reparto e corsi di Scienze del patrimonio culturale».

Numerosi messaggi di cordoglio da parte dei suoi ex allievi sui social network.

Di Vincenzo Fiore