Aiello, illecito smaltimento reflui fognari: due persone nei guai

0
544
Un agente della Dia nello stabilimento per la raffinazione dello zucchero e per la produzione di articoli alimentari, intestato alla famiglia Passarelli e sequestrato , oggi 8 aprile 2010, nell'ambito dell'operazione contro i beni dei casalesi. Dalle prime ore di stamane 200 uomini della DIA e dei Carabinieri di Caserta stanno eseguendo un decreto di sequestro beni per un valore complessivo di 700 milioni di euro emesso dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli a carico di esponenti del clan dei Casalesi. CIRO FUSCO /ANSA /DBA

Permane alta in Irpinia l’attenzione dei Carabinieri del Gruppo Forestale
nella pianificazione ed attuazione dei servizi finalizzati anche
all’accertamento di violazioni connesse alla tutela dell’ambiente e della
salute pubblica e, in particolare, alla gestione illecita di rifiuti.

Nell’ambito di tali servizi, i militari della Stazione Carabinieri Forestale
di Forino hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica
di Avellino due persone di Aiello del Sabato ritenute responsabili di reati
in materia di inquinamento ambientale.

Nello specifico, all’esito del controllo non risultavano in possesso della
documentazione inerente la gestione ed il corretto smaltimento dei reflui
fognari provenienti da fosse settiche, integrando il reato di smaltimento
illecito in luogo ignoto.