Al Goleto in scena il presepe vivente

0
493

Un Natale gratificante e ricco di spiritualità, di riflessioni, di arte e di svago. E’ l’appuntamento in programma martedi 27 dicembre , dalle 17 alle 20 al Goleto di S.angelo dei Lombardi, per assistere ad un prezioso Presepe vivente con 60 figuranti della zona, molto suggestivo, inaugurato la sera di S.Stefano.

Vi accoglie nella cittadella monastica con simpatia e disponibilità il Rettore Padre Salvatore anche per un percorso  ricco di suggestioni religiose.

Nella cornice del GOLETO si viene coinvolti dai ricordi di San Guglielmo e dai ruderi medioevali del XII secolo, del Monastero  femminile e del piccolo monastero dei frati che dovevano sorvegliare le monache di clausura, edificato dal Santo di Vercelli (1133) e arricchito dal punto di vista religioso e artistico dalla Chiesa di San Luca (1255) nonchè economico dalle abbadesse Febronia (splendida la torre che si può ammirare) e successive.  Secoli di splendori culminarono nella costruzione  della Chiesa del Vaccaro, ancora ammirabile nei suoi resti che, al pari degli altri luoghi circostanti, sono residuati all’ incuria, alle epidemia e al terremoto. Negli anni settanta e dopo il sisma del 1980, grazie alla dedizione totale di Padre Lucio, il complesso è stato recuperato così come è oggi godibile in una atmosfera ricca di emozioni.

In apertura e di seguito foto del Presepe vivente che al Goleto sarà replicato il 5 gennaio dalle ore 17 alle 20. (M.S)