Al premio Charlot omaggio a Nuti e Chaplin

0
234

La parola chiave della XXXV edizione del Premio Charlot è Emozionarsi. E le emozioni non stanno mancando di certo. Emozioni come quelle che domenica 16 luglio ha saputo regalare sul palco dell’Arena del Mare di Salerno, Simone Tomassini, cantautore comasco che ha omaggiato il pubblico prima con un brano scritto da lui, dedicato a Charlie Chaplin ed eseguito con Kiera Chaplin (che ha inviato un bellissimo video messaggio di saluto al pubblico dello charlot ed al patron Claudio Tortora) e poi eseguendo il brano “Sarà per te” di Francesco Nuti, il regista e attore toscano recentemente scomparso e con il quale Tomassini ha avuto una breve collaborazione poco prima del suo primo incidente. Omaggio, quello a Nuti, che ha visto il pubblico dell’Arena cantare insieme al cantautore comasco e applaudire più e più volte quando sullo schermo apparivano le foto di Nuti.

La serata si è aperta con il breve incontro dal tema “Salerno e Crociere. La grande opportunità”, inserito nel programma della XXI edizione del Sea Sun festa del mare e che ha visto relatori il presidente dell’Autorità di sistema portuale del mar tirreno centrale Andrea Annunziata e con Orazio De Nigris Amministratore Delegato Salerno Stazione Marittima Spa. Poi, come detto la parentesi musicale offerta da Simone Tomassini, ed infine sul palco è salita la Compagnia dell’Arte che ha proposto lo spettacolo “Novecento, il pianista sull’oceano”, La storia è ambientata su una nave  che diventa simbolo di salvezza e speranza, La Nave che agli inizi del secolo scorso ti portava In America per ricominciare una nuova vita, perché l’America è la terra delle seconde possibilità. E Una storia ambientata sull’oceano, un oceano che diventa zeppo di emozioni, di ricordi, di fantasia e d’amore . È la storia di un bambino che nasce su questa Nave e su questo Oceano e da questi non scenderà mai… Questa nave culla sarà per questo bambino la scuola per conoscere senza il mondo intero più di chiunque altro che ha visto e girato tutta la terra. Novecento così si chiama il bambino ed è proprio nel Novecento che è ambientata la storia di questo dolcissimo bambino. Una Leggenda arrivata fino a noi attraverso un racconto di un amico, del suo migliore amico che su quella nave, ha condiviso proprio con novecento un pezzo della sua vita. Bravi tutti i protagonisti a cominciare da Francesca Canale, Gabriele Casale, Gianni D’Amato, Teresa Di Florio, Andrea Mauro, Antonello Ronga, Fortuna Capasso, Valentina Tortora, Gianmarco Vitale e la straordinaria Pina Testa.