Al via il Carnevale in Irpinia tra maschere, colori e animazione. Da Serino a Solofra, da Mercogliano a Castelvetere

0
284

E’ l’intera Irpinia a festeggiare il Carnevale nel segno di cortei in maschera, canti, balli e sfilate dei gruppi folk. Entra nel vivo il Carnevale Solofrano organizzato dalla Proloco Solofra con il patrocinio dell’amministrazione comunale. Si parte il 4 febbraio, alle 10.30, con le maschere, colori, allegria e animazione. Sarò l’occasione per presentare il carro Aladdin – Città di Solofra a cura dell’Ass. Rione Caposolofra, Michelangelo De Stefano con animazione a ASD Another Dance di Marianna Liguori & La Mascherata Serinese con la Sfilata della storica Mascarata carnevalesca dell’Ass. Ma.Bi. Il 9 febbraio, dalle 18.30, grande raduno e sfilata con carri allegorici, dai Puffi ad Aladdin, da SuperMario a Frozen, gruppi in maschera e animazione per le strade del paese.

Protagonista anche la Mascarata serinese, di scena il 4, l’11 e il 13 febbraio. Nato nella frazione di San Biagio, si festeggia nelle principali frazione del comune di Serino. I protagonisti, vestiti con gli abiti tipici del folklore della Mascarata, festeggiano un matrimonio, eseguendo le figure tradizionali della Botta e della ‘Ndrezzata. Gli ospiti del matrimonio, i belli e le belle, sono vestiti a festa e partecipano all’evento danzando al ritmo della tarantella Rossiniana, riproposizione popolare realizzata con strumenti da “strada”.

La Zeza di Mercogliano protagonista. Si comincia il 4 febbraio, alle 8.30, da Capocastello con la Canzone di Zeza e il Ballo ‘ntreccio e la parata per le strade della città. L’11 febbraio si rinnova la tradizione con il ritrovo dei partecipanti a Piazza zeza e la nuova sfilata lungo le strade di Mercogliano. Alle 14.30 raduno in via Amatucci con proseguimento per Acqua delle Noci, Torelli e Torrette di Mercogliano. Il 13 febbraio la festa continua con la parata per le strade della città e l’incontro con il gruppo Caritas. Alle 14.30 il raduno in via Amatucci la con una nuova parata nel segno della tradizione. Chiusura in piazza Municipio con stand gastronomici e tanta musica

Sarà lo spettacolo dei bambini a dare il via il 4 febbraio al Carnevale di Castelvetere, quindi spazio alle sfilate della Scuola di tarantella montemaranese e alla zeza di Mercogliano. Si prosegue il 10 febbraio con la sfilata in piazza Monumento degli studenti dell’Ic Di Meo. L’11 febbraio, alle 15, di scena carri e gruppi folk, capaci come sempre di raccontare con ironia l’Italia di oggi, a partire dalla squadra di governo, guidata dalla Meloni, preceduti dai laboratori dei piccoli, dalle sonorità popolari di Boomerang Orkestra e di Tarantarte e Allargate il cerchio per quella che vuole essere la festa di tutti, senza distinzione di età o di generazioni. A seguire il dj set di Vinyl Gianpy. Il 13 febbraio esplode la festa con la sfilata dei gruppi. Il 17 febbraio all’esposizione dei carri allegorici si affiancherà il Borgo in maschera con gruppi itineranti, dalla Tarantella montemaranese a Boomerang Orkestra fino a Baccano Sound, il corteo di Carnevale morto e lettura del testamento.  Quindi il dj set di Doto dj e A. Meriano

A Montemarano lo spettacolo prenderà il via 9 febbraio per proseguire fino al 18 febbraio. Tutti in maschera per ballare sulle note del ritmo incalzante della tarantella, dando forma ad uno spettacolo esilarante e partecipato che contagia pubblico e avventori. Il 9 febbraio spazio al Carnevale delle culture con il concerto di Biagio DE Prisco, special guest Simone Carotenuto. Il 10 febbraio “Na botta e tarantella”, quindi spazio alla lezione di tarantella della Scuola di tarantella montemaranese. Alle 17.30 si assegna il Caporabballo d’argento. Alle 22 O Vanto e sfida con la sfilata in notturna dei cortei mascherati. L’11 febbraio di scena la sfilata dei bambini con il gruppo Zompcardillo, quindi appuntamento con la sfilata dei gruppi tra canti e balli. Alle 21.30 balli in piazza con Musica Solare. Alle 12.30 alle tradizionali sfilate si accompagneranno i ritmi dell’orhcestra di Achille. Il 13 febbraio ancora di scena sfiilate dei cortei mascherati. Il 18 febbraio si rinnova il rito del Carnevale morto

Sabato 10, martedì 13 e domenica 18 febbraio appuntamento con il Carnevale di Forino in collaborazione con le associazioni del territorio. Prevista anche la tradizionale sfilata per il paese con l’esibizione del “Ballo ‘o N’treccio”.

Il 10 febbraio, ad Atripalda, torna la nuova edizione di “Carnevale in Piazza”. Si parte alle ore 15.00 con il raduno presso il mercatino rionale. Si prosegue alle 15.30 con una coloratissima sfilata in maschera per le vie del paese per poi culminare in piazza Umberto con l’esibizione dei gruppi provenienti dalla provincia irpina. In scena la Zeza di Cesinali, la tarantella di Volturara, la Mascarata Serinese, il Carnevale di Ospedaletto e la Zeza di Capriglia.

La Pro Loco Sturno 2004, con il patrocinio del Comune di Sturno ed in collaborazione con AgapeSport Aps, La Potea e Pubblica Assistenza Sturno, organizza per domenica, 11 e martedì, 13 febbraio 2024, la prima edizione del Nuovo Carnevale Sturnese. In programma sfilate, animazione e gonfiabili per bambini, premi, cibo e musica.