Ancora morti sul lavoro, addio a Carlo Clemente

0
656

Un operaio di 36 anni irpino, dipendente della Ispea, una ditta che lavora in subappalto per la Snam, ha perso la vita ieri pomeriggio mentre era impegnato in un cantiere per il posizionamento del metanodotto in una zona al confine tra i territori di Orvieto e Castelviscardo. Stando alle testimonianze degli altri colleghi di lavoro che erano presenti al momento dell’incidente, Carlo Clemente, questo il suo nome, si sarebbe trovato in piedi sul margine dello scavo profondo circa cinque metri, realizzato per interrare le condotte del metano nell’area del fosso di Romealla, quando è scivolato, cadendo con la testa in avanti. La dinamica è stata riportata dal quotidiano umbro La Nazione.

Carlo viveva a San Martino Valle Caudina.