Asl, stipendi gonfiati. L’operazione della guardia di finanza

0
561

La Guardia di Finanza di Avellino ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di L.G. emessa dal gip del tribunale di Avellino. L’indagato è ritenuto responsabile, in concorso con altri soggetti di truffa aggravata ai danni dell’Asl di Avellino.

Ci sarebbero stipendi gonfiati a dirigenti medici. Oltre all’ordinanza cautelare, è stata data esecuzione anche ad un provvedimento di sequestro preventivo per complessivi € 30.288,00 nei confronti di G.N. e G.G.. ritenuti responsabili di concorso con L.G., nella condotta truffaldina ai danni dell’Asl.

Gli esiti delle ulteriori attività investigative e degli accertamenti connessi hanno consentito di individuare un sistema fraudolento attraverso cui gli indagati riuscivano a modificare e falsificare i dati di presenza in servizio e di indennità economiche, in modo da poter attribuire ai singoli beneficiari uno stipendio netto mensile superiore a quello ordinariamente a loro spettante che in alcuni casi, è stato accertato essere anche dieci volte superiore. Ed invero. in diversi mesi il dirigente medico “avvantaggiato’ riusciva anche ad ricevere l’accredito di uno stipendio netto di € 42.000,00. Le meticolose indagini nel loro insieme hanno consentito di accertare un danno complessivo per stipendi non spettanti gravante sul bilancio dell’A.S.L. di Avelino per € 861.739,38.