Assicurazione auto, come scegliere quella giusta

0
279

L’assicurazione auto gioca un ruolo fondamentale, infatti è necessario e obbligatorio per legge essere assicurati per non incorrere in sanzioni e, soprattutto, per poter viaggiare in tutta serenità.

Ovviamente l’assicurazione non è uguale per tutti, ci sono infatti una miriade di fattori che influenzano il costo finale. Pensiamo per esempio alle tipologie di coperture scelte che vanno a integrare il contratto, ma anche alla classe di merito e così via.

Oggi è possibile confrontare rapidamente più preventivi, per esempio si può vedere su questo sito le polizze auto online grazie al quale, con pochi click e inserendo i dati richiesti, si avrà un dettaglio di quelle che sono le varie proposte.

Cosa si intende per RCA?

Prima di entrare nei dettagli è opportuno fare un passo indietro andando a vedere che cos’è l’RCA. Si tratta semplicemente della copertura assicurativa minima, obbligatoria per legge, che permette agli automobilisti di poter circolare. Grazie all’RCA viene garantito il risarcimento equo ai soggetti che subiscono un incidente, il tutto non è correlato alla situazione economica e patrimoniale della persona in questione.

 

Sostanzialmente dunque l’assicurato, dietro il pagamento di un premio, ha la certezza di essere affiancato dalla compagnia assicurativa che interviene nel momento in cui viene recato un danno. Chiaramente l’intervento deve rispettare il massimale scritto nel contratto.

Bonus malus

Quando si parla di assicurazione auto, tra gli elementi più importanti troviamo il bonus malus. Un sistema presente da sempre che consiste in una sorta di livelli, meglio conosciuti come classi di merito. Naturalmente la prima classe di merito è quella più vantaggiosa anche dal punto di vista economico, mentre l’ultima è praticamente la classe di ingresso.

 

Attenzione però, in caso di sinistri si perde una posizione, rischiando quindi di retrocedere nelle classi di merito inferiori, andando inevitabilmente a pagare un premio assicurativo maggiore.

Cosa valutare prima di scegliere un’assicurazione

Nel momento in cui si è provveduto ad effettuare alcuni preventivi, bisogna scegliere l’assicurazione. Per farlo occorre assolutamente valutare una serie di caratteristiche indispensabili, leggendo con attenzione il contratto e la presenza di eventuali clausole.

 

Prima di tutto è bene prendere visione del contratto per rendersi conto se è effettivamente ciò che è stato richiesto. Deve dunque contenere elementi espressamente voluti dal cliente.

Un altro aspetto fondamentale riguarda l’ammontare della franchigia, ovvero la soglia minima che la compagnia non paga, e del massimale, ovvero la soglia massima che la compagnia assicurativa si impegna a coprire in caso di eventuali danni. Inoltre bisogna assicurarsi che la classe di merito indicata sia quella corretta.

 

Evidentemente è molto importante verificare quali sono le garanzie comprese nel prezzo e quali invece sono escluse ed è possibile aggiungerle pagando un premio superiore.

Come abbiamo detto in precedenza, richiedere un preventivo online è molto semplice e assolutamente indispensabile, dal momento che non presenta nessun vincolo.

Quali sono le coperture?

Detto che l’RCA è obbligatoria per legge e rappresenta la copertura minima, esistono numerose altre coperture che si possono aggiungere. Naturalmente, quante più coperture aggiuntive saranno presenti e tanto più alto sarà il premio assicurativo.

 

Una delle garanzie aggiuntive più diffuse è quella relativa al furto e incendio. Nel primo caso sono compresi i danni materiali e diretti, ma ovviamente vale anche in caso di furto dell’auto. Mentre nel secondo caso la copertura riguarda i danni causati da incendio.

Esiste poi l’assicurazione Kasko che copre tutti quei rischi legati alla circolazione dell’auto che possono anche non dipendere dalla responsabilità del conducente. L’assicurazione Kasko si ramifica in vari modi.

 

Un’altra assicurazione importante, anche non molto diffusa, riguarda quella per i danni ambientali. Pensiamo ad esempio alla grandine o ad una tromba d’aria, ad una frana e così via.Tra le altre cose è inoltre possibile aggiungere alla polizza assicurativa la garanzie per infortuni al conducente, in modo tale che eventuali danni fisici siano sempre rimborsati, indipendentemente dalla responsabilità o meno dell’automobilista.

 

Molto consigliata è anche la copertura relativa all’assistenza stradale, grazie al quale in caso di incidente si può chiamare un carroattrezzi. Infine, esiste la possibilità di aggiungere l’assistenza legale, per avere la consulenza da parte di un avvocato che seguirà il cliente in tutte le fasi.