Ato: dal Consiglio d’ambito indietro tutta su Irpinia Rifiuti Zero

0
341

“Il Consiglio d’Ambito – nell’ottica di favorire il raggiungimento degli obiettivi perseguiti, volti a garantire un servizio maggiormente efficiente ed a costi più contenuti – delibera la volontà di confermare una gestione interamente pubblica del ciclo integrato dei rifiuti”.

Così, in una nota, la svolta in una vicenda che di fatto ha provocato divisioni e forti contrasti.

In tal senso, il Consiglio d’Ambito delibera, all’unanimità dei presenti, “di dare atto che sussistono oggettive ragioni di pubblico interesse, preordinate al perseguimento delle proprie finalità istituzionali, anche con riferimento agli obiettivi di universalità e socialità, di efficienza e di economicità, che giustificano lo scioglimento anticipato e la messa in liquidazione della società Irpinia Rifiuti Zero s.p.a.”.

Nel contempo, delibera, ancora all’unanimità dei presenti, con l’astensione della consigliera Jessica Tommasetta, “di scegliere la gestione pubblica per il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani con l’affidamento a società in house interamente partecipata dai Comuni dell’Ato Avellino, in attuazione dalla Legge Regionale n. 19 del 7 agosto 2023, art. 3, comma 1 punti 8 e 7”.