Avellino, 14enne scappa di casa dalla finestra ed accusa la madre di averla abbandonata: genitore assolto

0
372

 

Si è concluso dinanzi al Tribunale di Avellino il procedimento ‘penale a carico di una donna cinquantenne di Avellino, S.A., accusata di aver abbandonato la figlia minore quattordicenne di cui aveva la custodia e la cura.
La vicenda risale al 2009 allorquando la ragazzina, a seguito di un ennesimo litigio con la madre, si chiudeva a chiave in bagno e scappava attraverso la finestra.
L’adolescente dopo poche ore si recava prima a casa di uno zio e poi, successivamente, a casa del padre separato.
Quivi la giovane accusava la madre di averla cacciata di casa, celando la sua fuga volontaria.
Immediata quindi la denuncia da parte del padre nei confronti della ex coniuge, che veniva rinviata a giudizio con la grave accusa di abbandono di persona minore e di violazione degli obblighi di assistenza familiare, reati puniti con la reclusione sino a 5 anni.
Dopo numerose udienze, nella giornata di ieri si è finalmente conclusa la vicenda giudiziaria della cinquantenne che, assistita dal suo difensore di fiducia, Avv. Rolando Iorio, è riuscita a dimostrare la totale infondatezza delle accuse, venendo assolta con formula piena per non aver commesso il fatto.