Avellino, è un calendario duro: Toscano e i suoi attesi da una prova di maturità

0
310

 

Dopo la bella vittoria con lo Spezia l’Avellino è attesa da diverse prove di maturità. A partire dalla trasferta sul campo del Novara, insidiosa, a discapito di ciò che la classifica dice dei piemontesi. Gli uomini di Boscaglia andranno a caccia di un pronto riscatto tra le mura amiche e gli irpini dovranno essere abili a respingere gli attacchi dei neroazzurri. Novara al Piola, quindi, e poi turno infrasettimanale in casa contro la Ternana in una gara da vincere ad ogni costo trattandosi di una diretta concorrente. Ma da qui ad un mese l’Avellino dovrà fare i conti anche con la trasferta di Ferrara contro la Spal degli ex Arini, Schiavon e Zigoni, eroe del 5 maggio 2013 a Catanzaro.

Poi la gara interna contro il Frosinone e la trasferta di Carpi il 13 novembre: due formazioni che ambiscono al salto di categoria. L’Avellino, quindi, farà bene a rimboccarsi le maniche perché sarà un tour de force niente male, nel quale bisognerà portare a casa più punti possibili, sia per dare continuità alla vittoria contro lo Spezia, sia per mettere a tacere una volta per tutte le voci di una retrocessione che a tratti è sembrata, a detta di molti, quasi scontata.