Avellino, ecco la nuova giunta comunale. Foti: “Dialogo strada maestra”

0
326

 

Il Sindaco Paolo Foti ha nominato i nuovi assessori del Comune di Avellino con le rispettive deleghe di riferimento.
La Giunta verrà presentata ufficialmente in occasione del prossimo Consiglio Comunale che si terrà lunedì 24 ottobre a Palazzo di Città.   


Maria Elena Iaverone: Vice Sindaco con delega al Bilancio, Finanze, Tributi, Politiche Finanziarie, Controllo di gestione

Ugo Tomasone: Urbanistica, Governo del Territorio, Pianificazione e PUC, Mobilità Sostenibile e Sistema Integrato Parcheggi

Costantino Preziosi: Lavori Pubblici, Protezione Civile, Mobilità e Trasporto Pubblico Locale

Teresa Mele: Politiche sociali e Alloggi Comunali

Arturo Iannaccone: Fondi Europei, Attività Produttive e Partecipate

Augusto Penna: Politiche Ambientali ed Energetiche

Paola Valentino: Patrimonio

Bruno Gambardella: Politiche culturali, Pubblica Istruzione e Politiche Giovanili

Anna Carbone: Contenzioso, Personale e Formazione

“Voglio ringraziare gli assessori uscenti per la dedizione e il proficuo lavoro svolto – ha dichiarato il Sindaco Paolo Foti – con gli assessori confermati e con quelli nuovi dovremo concentrarci da subito su quelle priorità che ho chiaramente delineato nel Consiglio Comunale del  HYPERLINK "http://www.comune.avellino.it/pdf/comunicati/news_relaz.pdf" 5 settembre quando ho rivolto un chiaro appello all’Aula per aprire una nuova fase di dialogo e di risoluzione di alcune questioni che restano ancora irrisolte. I contrasti e i fraintendimenti che hanno animato gli ultimi mesi vanno assolutamente superati. Abbiamo la responsabilità di governo che i cittadini ci hanno affidato e tocca a noi amministratori, ciascuno per le proprie competenze, contribuire alle questioni ancora aperte nel Capoluogo. La strada maestra, ne resto convinto, non può che essere quella del dialogo. Dialogo con i consiglieri comunali, di maggioranza e di opposizione, perché nei prossimi mesi la Città di Avellino con i progetti tesi ad intercettare i nuovi finanziamenti europei si giocherà gran parte del proprio futuro. E noi non possiamo permetterci di perdere questa occasione. Siamo giunti a un punto cruciale di svolta soprattutto perché finalmente è divenuta concreta la possibilità di chiudere una pesante eredità che ci viene da un passato anche lontano e di programmare sul serio, liberi dai condizionamenti della continuità amministrativa, il futuro della nostra città”.