“Avellino non è più un’isola felice”

0
2043

Di Antonio Curci (LI.SI.PO)

Che Avellino non è più l’isola felice di una volta, è ormai cosa risaputa. Difatti nella tarda mattinata quasi ad ora di pranzo si è consumato un agguato a danno  di un uomo F.L. che nel mentre percorreva via Filippo Visconti, alla guida della propria autovettura, veniva affiancato da altro veicolo i cui occupanti esplodevano alcuni colpi di pistola indirizzati a F.L. che trovandosi nelle vicinanze dell’abitazione della sorella cercava riparo  ma, veniva inseguito dagli attentatori che facevano nuovamente fuoco. Nell’agguato F.L. restava ferito e successivamente veniva soccorso e trasportato all’Ospedale. A tal riguardo il Segretario del Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.) Antonio de Lieto ha dichiarato: “quando accaduto è molto grave le modalità dell’agguato inducono a pensare che trattasi di criminali esperti.  Il LI.SI.PO. – ha continuato de Lieto – sull’accaduto invita i vertici delle istituzioni ad una attenta riflessione e, nello stesso momento, si pone le seguenti domande: quanti appartenenti alle forze dell’ordine vi sono ad Avellino? Quanti di questi vengono impiegati in specifici compiti istituzionali? Quante volanti pattugliano Avellino? Quante telecamere di videosorveglianza ci sono ad Avellino? Il LI.SI.PO. – ha concluso de Lieto attende fiduciosamente le risposte, risposte, a nostro avviso, che vanno date all’intera cittadinanza”.