Avellino sfortunato e disattento, il Cesena vince 3-1

0
814
 

Il secondo anticipo in programma in questo quarto turno di campionato ha visto il successo interno del Cesena, il primo stagionale, contro l’Avellino. Pronti, via ed il Cesena passa. E’ proprio Cacia l’autore del gol: l’ex Ascoli lanciato da Jallow davanti a Lezzerini non sbaglia. L’Avellino accusa il colpo ma al 20′ ha la chance per pareggiare. Cascione colpisce il pallone in area con la mano, Ardemagni dal dischetto però si fa parare il penalty da Fulignati. La più dura e antica legge del calcio si accanisce sugli irpini: gol sbagliato, gol subito. Infatti, dopo pochi minuti, i romagnoli mettono la freccia e trovano il raddoppio: Cascione di testa anticipa Marchizza, Laverone cicca il rinvio e Sbrissa batte Lezzerini. Poco dopo ancora Sbrissa è pericoloso, ma Lezzerini para. Nel finale del primo tempo alza i ritmi l’Avellino sfiorando la rete prima con Molina e poi con Bidaoui: gli irpini però non riescono a battere Fulignati.

Ad inizio ripresa è l’Avellino a rendersi ancora pericoloso. Laverone crossa per Ardemagni, l’attaccante lasciato tutto solo da Fazzi colpisce il palo a Fulignati battuto. Dall’altra parte del campo il Cesena colpisce: grande giocata in mezzo al campo di Sbrissa che lancia Cacia: l’ex Ascoli in velocità brucia Suagher e infila sul primo palo Lezzerini. Gli irpini, mai domi, rientrano poco dopo in partita con un rigore concesso dall’arbitro Baroni per fallo di mano di Laribi. Dal dischetto Castaldo non sbaglia. Passa qualche secondo e la partita si riaccende: Suagher trattiene Jallow sulla fascia, l’arbitro estrae dal taschino il cartellino giallo: il difensore era già ammonito e lascia in dieci gli irpini. Al 61′ si salvano i lupi: Lezzerini smanaccia su cross di Jallow, Laribi colpisce verso la porta ma una deviazione di Moretti, con l’aiuto del palo, evita il poker dei romagnoli. Nel finale è anche sfortunato l’Avellino con Castaldo che colpisce il secondo legno della serata. Nei minuti di recupero è il Cesena a sfiorare il poker con un tiro di Gliozzi che termina di poco sul fondo.