Avvenne a Napoli, De Crescenzo e Mazzariello nel segno della canzone classica partenopea

0
363

Un vero e proprio evento dedicato alla presentazione dell’edizione speciale dell’opera “Avvenne a Napoli passione per voce e piano” in pubblicazione il 12 dicembre con “La nave di Teseo” e Betty Wrong edizioni musicali di Elisabetta Sgarbi. L’appuntamento è per  il 12 dicembre al Conservatorio di San Pietro a Maiella. La canzone classica napoletana di nuovo riecheggia nelle stanze che ascoltarono i passi dei suoi autori più prestigiosi grazie
alla voce iconica di Eduardo De Crescenzo e al pianoforte eurocentrico di Julian Oliver Mazzariello. Introduce all’ascolto Federico Vacalebre, giornalista e critico musicale che ripercorre le “Storie del Canzoniere napoletano”, del movimento artistico le cui opere, ancora oggi, vivono nella memoria del mondo. Un progetto che Eduardo De Crescenzo, nel pieno della maturità espressiva, dedica alla sua città. Rilegge insieme con Julian, il repertorio più famoso al mondo, dai suoi esordi, intorno al 1800, fino al 1950 quando il jazz, arrivato in Italia con lo sbarco degli alleati durante la seconda guerra mondiale, penetra nella melodia italiana in purezza e la musica cambierà per sempre. La pubblicazione contiene il doppio vinile e il CD con 20 canzoni tra le più suggestive del repertorio nell’esecuzione virtuosa dei due artisti; il libro “Storie del Canzoniere napoletano” di Federico Vacalebre; gli spartiti delle canzoni elaborate da Eduardo De Crescenzo canto e fisarmonica e Julian Oliver Mazzariello pianoforte; la prefazione in italiano e in inglese a cura di Federico Vacalebre. La pubblicazione degli spartiti, prodotta da IMARTS e Eduardo De Crescenzo, si avvale del contributo del Comune di Napoli Assessorato al Turismo e alle Attività Produttive e di MARICAN Gruppo Canciello.