Bascetta ricostruisce il femminicidio di Maria D’Avalos

0
356

Sarà presentata il 9 marzo, in anteprima nazionale, al Castello «Pirro del Balzo», l’edizione speciale del libro sul femminicidio più sanguinario del suo tempo, che fece parlare le cronache, i giornali, centinaia di libri, e ancora fa discutere. E’ il delitto storico di cui si macchiarono Carlo Gesualdo, Principe di Venosa e i suoi tre servi, tutti assassini della moglie Maria D’Avalos. Per la prima volta un giornalista ne ricostruisce la scena del crimine: è Arturo Bascetta, il cui libro esce in ben 3 formati diversi (edizione speciale per Venosa, cartonato a colori e giallo). C delizierà con la cronistoria in edizione speciale Fidapa-Maranta, grazie all’interessamento dell’avv. Donato Bellasalma e alle tante donne della Fidapa (presidente Maria Rosaria De Vincentis), ospiti del comune di Venosa (saluti del sindaco Marianna Iovanni) in occasione di questi giorni dedicati ai diritti delle donne. E tre saranno i crediti formativi riservati agli avvocati in materie ordinarie che seguiranno la presentazione e il dibattito su Il femminicidio di Maria D’Avalos organizzato dall’Associazione Forense e dalla locale Fidapa. La scena del crimine, i protagonisti, la storia del femminicidio più efferato del suo tempo, ripercorsa su atti e cronache anche inedite, con un convegno ad hoc, Dal femminicidio della Principessa oggi: leggi e strumenti contro la violenza di genere.

Si preannuncia una serata ricca di interventi e curiosità, non solo per la presenza di personaggi di spessore del mondo forense, ma anche per le chicche che l’Associazione Roberto Maranta e la Fidapa hanno riservato al pubblico che sarà accolto nella sala del Trono del Castello di Pirro del Balzo. L’evento si svolgerà presenza di relatori eccellenti, come l’avvocato  Salvatore De Bonis dottore ricerca in diritto penale dell’Università di Parma, e l’avvocato Fabio Viglione, penalista del Foro di Roma, moderati dal presidente Bellasalma in questo evento eccezionale, in presenza del sindaco di Venosa e del presidente Fidapa della sezione diVenosa. La collana sulle «Donne Reali» pubblicate dalla casa editrice ABE Napoli ci arricchisce di nozioni con la ricostruzione del femminicidio di Maria D’Avalos, la più bella donna di Napoli uccisa da Carlo Gesualdo. E’ l’epilogo del giallo che turbò l’Italia dei delitti d’onore, dove s’allungano le liste delle amanti uccise ora con l’acqua di rosa, ora dritto al petto, per lavare l’onta delle corna, come nel caso di Carlo Gesualdo, assassino conclamato, reo confesso al pari dei suoi servi, ma da tutti assolto. Bascetta ha così riscritto la scena del crimine utilizzando documenti del processo e direttamente le dichiarazioni dei testimoni che formano il primo volume di una lunga serie di gialli storici. Non a caso si riparte da un femminicidio così efferato. Maria voleva solo essere amata e non trascurata in quelle lunghe sere quando il marito si tratteneva in cantina col prete a studiare i madrigali. Il libro è ricco di particolari tratti dagli atti, la viva voce dei testimoni, e da un manoscritto inedito del 1500.
A dare inizio alla serata sarà l’ottimo maestro Enzo Altieri con la sua chitarra a far entrare il pubblico nel clima crepuscolare del giallo con una splendida canzone del Cinquecento napoletano. Entrerà nel vivo il giornalista Bascetta parlando del caso ameno di questo libro. Da qui avrà inizio il dibattito sul femminicidio che coinvolgerà esperti in questo campo, moderati dall’ottimo avv.Donato Bellasalma. Da non perdere l’intervento dell’avv. De Bonis, dottore di ricerca dell’Uni Parma, e dell’avv. Viglione di Roma, brillanti penalisti. L’evento sarà ripreso dalla tv digitale e sarà in diretta youtube sul canale ‘Tele Maranta’ con il regista Antonio Conte. Sarà rilasciato un attestato di tre crediti formativi.