Big Mama in gara tra i big a Sanremo con “La rabbia non ti basta”: nella mia canzone un invito a non piangersi addoso

0
467

Si prepara a calcare il festival di Sanremo con “La rabbia non ti basta” Big Mama, la rapper originaria di San Michele di Serino, classe 2000, già protagonista lo scorso anno in duetto con Elodie, icona della body positivity, orgogliosa del suo corpo, al di là degli standard della bellezza canonica contro stereotipi e luoghi comuni. BigMama è lo scudo di Marianna, l’alter ego artistico che le permette di affrontare le sue fragilità e mostrare al mondo le sue cicatrici attraverso la musica. Le sue canzoni si distinguono per il carattere forte, anche quando tratta argomenti intimi, e spicca all’orecchio la padronanza che ha nel rap, tra flow, wordplay e linguaggio. Nel 2020 entra a far parte dell’etichetta Pluggers, con la quale inizia un nuovo percorso che parte dai singoli “Mayday” e “Formato XXL” e, l’anno successivo, comincia la collaborazione con Epic/Sony Music Italia e pubblica il singolo “TooMuch”, prodotto da Crookers, a cui segue “Così Leggera”. Il 15 aprile 2022 è uscito il suo primo disco “Next Big Thing” ma è il concertone del primo maggio a farla conoscere al pubblico. Su quel palco conquista tutti con un discorso sulla body positivity, criticando il bullismo di cui è stata vittima in prima persona e, nelle settimane successive, viene scelta per la campagna di lancio di Di4ri, la prima serie italiana per ragazzi targata Netflix.

Marianna non ha esitato a replicare al post di Tananai in cui scherza sul fatto di prepararsi e mettersi in forma in vista del Festival con una foto modificata per farlo sembrare grasso, sull’onda degli utenti che l’hanno accusato di grassofobia. E il botta e risposta con Big Mama è diventato virale. “Tranquilli, mi sto allenando anche per reggere il peso di chi fa ancora battute grassofobiche nel 2024. Che noia”. In numerose interviste ha ammesso come fin da ragazzina abbia dovuto fare i conti con discriminazioni e pregiudizi “l bullismo è stato pane quotidiano nella mia vita. Come reagisco? Vorrei fare tante cose, urlare, dire cose cattive, a volte mi sento spinta a fare qualcosa di fisico. La rabbia è un’emozione, è normale provarla ma poi sto in silenzio. La non curanza è diventata la mia arma, perché sprecare energie per persone così non mi renderebbe diversa da loro”

E’ la stessa artista a spiegare come la sua canzone sia un invito a non piangersi addosso, a reagire a provocazioni e offese, diventando più forti di qualsiasi forma di odio. Il ballo diventa modo per esorcizzare sofferenze e lacrime. “La rabbia non ti basta “parla di “rivalsa, volevo mettere nel testo parole che per me sono importanti, perchè passasse un messaggio forte. Difficile dire a che genere e appartenga”. E spiega come “la convivenza tra Marianna e Big Mama non è stata facile ma oggi ho capito che Big Mama è quello che ho sempre voluto essere, ecco perchè Big Mama sta prendendo sempre più il sopravvento. Sono convinita oggi più che mai di essere figa”