Borgo dei filosofi, appuntamento a Lapio

0
387

Continuano gli appuntamenti del Borgo dei Filosofi. Oggi alle 17:30 a Lapio, nel Palazzo Filangieri, “Dante, dell’amore e della verità”. Saranno ospiti Gualberto Alvino e Luca Maria Spagnuolo, moderati da Melissa Giannetta.

Gualberto Alvino si è particolarmente dedicato agli irregolari della letteratura italiana, da Consolo a Bufalino, da Sinigaglia a D’Arrigo, da Balestrini a Pizzuto, del quale ha pubblicato in edizione critica Ultime e Penultime (Cronopio 2001), Si riparano bambole (Sellerio 2001; Bompiani 2010), Giunte e Caldaie (Fermenti 2008), Pagelle (Polistampa 2010), nonché i carteggi con Giovanni Nencioni, Margaret e Gianfranco Contini (tutti editi dalla Polistampa).

  • Raccogliendo una suggestione continiana sul primo canto dell’Inferno, nel suo intervento si propone di dimostrare come la lingua non sia una componente del testo letterario, cioè un suo mero ingrediente, ma sia il testo, poiché essa non va concepita quale messa in forma del contenuto, involucro da lacerare per raggiungere la cosiddetta “sostanza delle cose”.

Luca Maria Spagnuolo è uno storico dell’arte e ideatore di Dante per tutti, l’iniziativa culturale nata a Roma nel 2015 dedicata alla Divina Commedia e alla civiltà medievale.

Il suo intervento si propone di definire l’amore tra Francesco e Madonna Povertà nella Commedia. La scelta di Dante di fondare la nascita della religio Francescana nella decisione di Francesco di abbracciare la povertà, tradisce problematiche assai vive nel tempo e che vertevano tutte sulla spinosa questione della povertà assoluta. Diversamente dalla pura spiritualità di Francesco – infatti -, nella quale centrale è la figura del povero, la riflessione francescana successiva porterà al centro del dibattito la povertà. Non i poveri, ma la sola Allegoria della Povertà è presente nel grande affresco Dantesco, così come poco dopo ad Assisi Giotto dipingerà il solo Matrimonio mistico tra Povertà e Francesco, eludendo quell’evento che secondo Francesco segnò per davvero l’inizio della sua conversione: l’incontro con i lebbrosi.

L’appuntamento è ad accesso gratuito fino ad esaurimento posti. Si raccomanda la prenotazione all’indirizzo comunicazione@fondazionesistemairpinia.it.