Caccia all’untore, la proprietà di Nolurè: “Potremmo agire legalmente”

0
593

Ritorna la caccia all’untore in Irpinia. Diffusasi la notizia della positività del titolare è subito partita la corsa a identificare i probabili contagiati, una valanga di fake news a cui la proprietà del Nolurè risponde così:

“La momentanea chiusura, liberamente scelta per senso civico, non autorizza alcuno a scrivere articoli imprecisi e non veritieri.

Il protrarsi di tale indebita diffusione di notizie, tese a ledere sicuramente il diritto alla privacy e alla riservatezza, ci indurrà ad agire legalmente per la tutela dell’immagine e del buon nome di tutte le persone erroneamente coinvolte.”