Calcioscommesse, l’ex giocatore dell’Avellino Armando Izzo condannato a 5 anni di reclusione

I fatti per i quali il giocatore napoletano è stato condannato risalgono a quando militava nell'Avellino, in serie B, per una gara del campionato 2013-2014

0
339
Foto: Goal.com

L’ex calciatore dell’Avellino Calcio Armando Izzo è stato condannato a 5 anni di reclusione dalla VI sezione penale del Tribunale di Napoli per concorso esterno in associazione camorristica e frode sportiva.

I fatti per i quali il giocatore napoletano è stato condannato risalgono a quando militava nell’Avellino, in serie B, per una gara del campionato 2013-2014.

Il difensore, che milita nel Monza Calcio, è coinvolto in un caso di calcioscommesse e criminalità organizzata. Condannati anche il cugino di Izzo, Umberto Accurso, – capo del clan della Vinella Grassi di Secondigliano -, e Salvatore Russo, ritenuto legato allo stesso clan, entrambi a un anno e mezzo.

Gli avvocati del calciatore hanno annunciato che ricorreranno in appello.