Campania in tour riparte dal valore dell’agricoltura e della transumanza

0
936

“Ripartiamo dalla centralità dell’agricoltura e dalla magia della transumanza con oltre 40 eventi in giro per l’Irpinia e la Campania”. Spiega così Francesco Celli di Infoirpinia la nuova sfida del cartellone di Campania in Tour, illustrata questa mattina nel corso di una presentazione al Circolo della stampa. “Riteniamo che la battaglia degli agricoltori sia sacrosanta – spiega Celli, presente al tavolo insieme alla vicepresidente Francesca Petoia, alla coordinatrice Ambra Tartaro, ai consiglieri Federico Curci, Dario Cilio e Antonella Carullo – ecco perchè abbiamo scelto di valorizzare nei nostri percorsi le aziende agricole del territorio per essere al loro fianco. E’ grazie a queste aziende se possiamo essere certi della genuinità dei prodotti che arrivano sulle nostre tavole. Al tempo stesso abbiamo voluto regalare agli appassionati del territorio la possibilità di assaporare la magia di un patrimonio Unesco come la transumanza. Grazie al nostro socio Rino Figliuolo e a un accordo con la famiglia Moscarelli i primi 30 prenotati potranno partecipare ad un tratto della transumanza da Bisaccia a Guardia lungo il viaggio di ritorno in Irpinia dalla Puglia. Tra le novità la possibilità di trascorrere un weekend in Tuscia alla scoperta di un paese come Civita di Bagno Regio capace di rinascere e reagire allo spopolamento, scommettendo sulle proprie potenzialità. InfoIrpinia sarà, inoltre, protagonista di alcune delle più belle tradizioni irpine, il Cammino di Guglielmo, la  sagra della castagna a Montella, la Notte re la focalenzia, la Notte delle Serenate di Teora, Medioevo a la Rocca, la festa del libro di Sant’Andrea di Conza, senza dimenticare Sponzfest e Juta a Montevergine. ”

“Si parte il 7 aprile – spiega Francesca Petoia – con la visita ad Ercolano e Torre Annunziata, dagli scavi archeologici fino alle terme e Villa Oplontis,  il 21 aprile tappa ad Aquilonia, ultima roccaforte dei Sanniti, con Confragricoltira e la possibilità di visitare il Museo etnografico, autentico omaggio alla cultura contadina e il parco archeologico di Carbonara. A caratterizzare l’itinerario la partecipazione a un laboratorio di pasta fresca. Si prosegue il 5 maggio lungo il Sntiero degli dei, da Bomerano, frazione di Agerola a Positano, con ritorno in barca, il 19 maggio andremo a Spaccanapoli, dal duomo a San Gregorio Armeno, dalle chiese di San Domenico Maggiore e Santa Chiara al Gesù Nuovo. Nel pomeriggio ciascuno potrà scegliere di approfondire ciò che ama di più della città partenopeo. Il 26 maggio ad Altavilla visiteremo il Museo della Gente senza storia e il Museo di Sant’Alberico, con uno spettacolo musicale di Silvano Santacroce. A giugno, in data ancora da stabilire, di scena la transumanza, che diventa evento culturale, turistico e trekking, accompagneremo le mucche della famiglia Moscariello che ritorneranno sul tavoliere di verteglia, lungo un percorso di dieci chilometri”

Protagonista anche il trekking, il 16 giugno tappa nel Cilento da San Marco Castellabate a Ogliastro Marina, alla scoperta dell’area naturalistica, il 30 giugno il percorso partirà dall’Abbazia del Goleto per arrivare a Castelfranci,  com un approfondimento dedicato a San Guglielmo da Vercelli e la performance di Viviana Miele e Donato Grasso, il 14 luglio tappa all’oasi di Pannarano, nel segno di sostenibilità e accessibilità in collaborazione con il Gal e i ritmi di Roberto Sozio, il 28 luglio dalla Madonna di Fontigliano si raggiungerà il Montagnone di Nusco, il 5 agosto tappa all’Eremo SS. Salvatore con possibilità di pernottamento in tenda, l’11 agosto trekking nella Baronia da San Nicola Baronia a Trevico.

Il 25 agosto si andrà alla scoperta di Gesualdo e Sturno con Confagricoltura per assistere al volo dell’Angelo, con pranzo all’azienda agricola del Mulino della signora, il 7 e 8 settembre weekend a Viterbo, lago di Bolsena e Civita di Bagno Regio,  il 22 settembre Campania in Tour accompagnerà i visitatori all’Oasi della Valle della Caccia di Senerchia e all’antico borgo, il 6 ottobre tappa al castello di Lauro e al convento di san Giovanni in Palco di Taurano, il 20 ottobre si andrà alla scoperta du Carife e Zungoli, dal museo archeologico al borgo, fino alla Collegiata san Giovanni e Palazzo Marchesale. Il 3 novembre tappa a Cava dei Tirreni, il 10 novembre ad Ariano, da Camporeale, alla scoperta dei processi produzione della mozzarella e el miele, al santuario di San Pompilio di Montecalvo, il 24 novembre rivivrà la magia dei mercatini di Limatola, il 27 dicembre tappa serale per godere delle luminarie di Sorrento.