“Castagna di Serino IGP”, in campo anche il Governo

0
547

SERINO – Politici, esperti e consumatori a dibattere sul “Marrone” serinese. Ieri pomeriggio al hotel Serino si sono dati appuntamento gli onorevoli Carlo Sibilia, Generoso Maraia, gli esperti agronomi Italo Santangelo e Michele Blasi, il presidente del comitato promotore «Marrone di Serino» Abele De Luca, il sindaco di Serino Vito Pelosi e tutti i primi cittadini dei comuni appartenenti all’areale di produzione. Durante il convegno moderato dal prof Giovanni De Feo (Università di Salerno) è stata esaminata la condizione attuale della produzione, ma anche prospettata la linea programmatica e di azione a sostegno della filiera che ha vissuto momenti bui e che riveste un’impor – tanza economica notevole nel territorio della provincia di Avellino. Dopo quasi cinque anni di duro lavoro, il Comitato promotore per il riconoscimento della IGP “Marrone di Serino” ha raggiunto pienamente l’obiettivo prefissato. Nella Gazzetta Ufficiale Europea, lo scorso 28 febbraio, è stato pubblicato il Documento Unico del Marrone di Serino IGP. Il Disciplinare di Produzione, invece, è stato pubblicato sul sito del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. A breve, la Commissione europea emanerà apposito e definitivo regolamento per la protezione della denominazione “Marrone di Serino” IGP. Anzi, dalle estenuanti trattative condotte, si è giunti addirittura a conservare anche la denominazione “Castagna di Serino IGP”: riconoscimento doppio che rappresenta una rarità di risultato. Il Presidente del Comitato, prof. Abele De Luca, fautore di questa bellissima iniziativa, ha visto quindi la sua Serino e tutti i Comuni irpinidell’areale di produzione (Serino, Solofra, Montoro, S. Michele di Serino, S. Lucia di Serino, S. Stefano del Sole, Sorbo Serpico, Salza Irpina, Chiusano S. Domenico, Cesinali, Aiello del Sabato, Contrada e Forino, entrare a pieno titolo in Europa o, forse, come ama affermare, ha visto l’Europa entrare nelle comunità locali che hanno da sempre basato la propria economia sul castagno e sul suo splendido frutto. Un impegno concreto a sostegno del settore arriva dal Sottosegretario all’Interno Sibilia.

«Dobbiamo stimolare tutti i sindaci, l’economia si fa anche con la natura. Spingeremo anche per far diventare- spiega Sibilia – il Parco del Partenio parco nazionale. Abbiamo l’onere di costruire un’identità irpina: il riconoscimento IGP va in questo senso. Questo è il riconoscimento non della politica, ma del comitato, dei cittadini che ci hanno creduto. Alla politica il compito di supportare. La castagna può dare oro e lustro all’Irpinia. Il Governo, che io oggi rappresento, sarà al vostro fianco». Il presidente del comitato Marrone di serino De Luca si aprono nuove prospettive. « Si delineano nuovi scenari e nuove possibilità: costituzione del Consorzio di Tutela, realizzazione di una Organizzazione di Produttori per la lavorazione e trasformazione del Marrone di Serino, incontri pubblici divulgativi. Tutte le iniziative vedranno la partecipazione di tutti i Comuni dell’areale di produzione».