Centri di riabilitazione privati accreditati senza fondi: la Regione non risponde

Giovedì 23 novembre, alle dieci presso l'Hotel de la Ville, una manifestazione pubblica di Aspat e Cittadinanzattiva

0
343
Foto: Pressphoto

La Regione Campania non risponde alle richieste, di conseguenza danni economici ai Centri di riabilitazione privati accreditati. E’ l’ultima emergenza in campo sanitario, che ha spinto Aspat e Cittadinanzattiva a organizzare una manifestazione pubblica, giovedì 23 novembre, alle dieci presso l’Hotel de la Ville, focalizzata sulle cure riabilitative nel territorio dell’ Asl di  Avellino.  L’iniziativa fa parte di un percorso avviato a giugno con una conferenza pubblica in cui sono state individuate le criticità nel settore, proponendo soluzioni strutturali.

Successivamente, con il contributo delle associazioni di categoria, la Direzione generale dell’ Asl ha chiesto alla Regione di finalizzare i consuntivi dei Centri di riabilitazione per il biennio 2021/2022, adottando misure interne per compensare le carenze senza richiedere fondi aggiuntivi.

La Regione Campania non ha risposto. Le organizzazioni degli utenti in sanità denunciano criticità legate alla sottostima del fabbisogno, alle diseguaglianze territoriali, alla dilatazione delle liste di attesa e alla negazione dei Livelli Essenziali di Assistenza. La manifestazione mira all’unità degli attori coinvolti per tutelare le prerogative di ciascuno.