Cetta e “L’educazione possibile”, a confronto sulle trasformazioni del pianeta scuola

0
408

Sarà presentato il 25 febbraio, alle 17, presso la chiesa di Santa Maria del Rifugio di Avellino il saggio di Rossana Cetta “L’educazione possibile”. Un invito alla riflessione sulle trasformazioni che hanno attraversato la scuola, nella convinzione del ruolo cruciale che ancora riveste l’istruzione.  Cetta parte dalla consapevolezza “che se vogliamo conservare dignitosamente il nostro Paese dobbiamo partire necessariamente da coloro che lo dirigeranno, amministreranno e svilupperanno. Senza cultura, senza senso critico, senza capacità di autonoma elaborazione interdisciplinare, senza rispetto per se stessi e per chi è diverso da noi non c’è futuro”. Interverranno la dirigente dell’Ite Amabile prof.ssa Antonella Pappalardo, la prof.ssa Ilenia D’Oria, presidente Archeoclub Avellino, il professore Fiorentino Vecchiarelli, presidente Accademia Dogliosi, i professori Leonardo Festa e Gerardo Vespucci, già dirigente scolastico. Le letture saranno a cura di Paolo De Vito, le musiche di Elsa Nigro e di Angela Ruggiero. Ad esporre le proprie opere l’artista Dorotea Virtuoso. L’incontro è promosso dall’Archeoclub Avellino con la partecipazione dell’Accademia dei Dogliosi.