Cgil, uno sportello di ascolto e supporto pensato per i cittadini più fragili

0
316

Uno sportello sociale per offrire un sostegno ai cittadini più fragili. E’ il punto di ascolto, gestito dai volontari dello SPI CGIL e dell’AUSER, attivo a partire da martedì 12 marzo. Lo sportello sarà aperta tutti i martedì dalle ore 10:00 alle 12:00 e tutti i giovedì dalle 16:00 alle 18:00 presso la sede SPI CGIL di Viale Italia n. 40.

Lo sportello che si articolerà in diversi livelli di ascolto – in presenza, telefonico e da remoto -nasce dalla volontà di aiutare gli anziani, spesso abbandonati al loro destino.  Sarà anche l’occasione per mappare i bisogni e le criticità del territorio e trasmetterle alle istituzioni.

“Sono tanti gli anziani costretti a fare i conti con l’emergenza solitudine o che hanno difficoltà nei rapporti con le istituzioni e necessitano di servizi di assistenza – ha spiegato Gabriella Spagnuolo, membro della segreteria SPI CGIL in occasione della presentazione dell’iniziativa di carattere sociale – Siamo partiti da questo dato per poi offrire il nostro sostegno anche ad altri cittadini che hanno bisogni non espressi e che potrebbero non conoscere i propri diritti o avere difficoltà a farli valere”.

“Abbiamo dunque organizzato un periodo di formazione per il gruppo di volontari – ha aggiunto – che sarà a disposizione di chiunque, sia telefonicamente sia in presenza, anche solo per rispondere all’esigenza di chi ha bisogno di parlare, di sentirsi ascoltato e meno solo o di confrontarsi su una problematica particolare”