Chiarezza per i flussi migratori

0
413

 

L’audizione del procuratore Carmelo Zuccaro davanti alla Commissione difesa del Senato sulle questioni connesse ai flussi migratori è stato oggetto di un dibattito acceso e controverso, sulla limpidezza filantropica di qualche ong. Come spesso accade, i fatti riportati dalla stampa, in prima battuta, hanno ingenerato sospetti e generalizzazioni che certamente si rivelano ingenerosi e non aiutano a fare chiarezza sulla complessa materia. Il terzo Settore, frattanto, costituisce una realtà all’interno della quale ci sono lodevoli e consolidate realtà e zone d’ombra. Zone d’ombra che potrebbero opacizzare il fine della solidarietà posta come base costitutiva dell’intero comparto. Nel quadro di questi avvenimenti è recentissima la notizia che il "Terzo Settore fa una bella figura", come afferma Enea Dallaglio, amministratore delegato di Innovation Team, la società di ricerca del Gruppo Mbs Consulting, società di consulenza manageriale. In particolare, il citato responsabile, saluta con favore l’esordio delle imprese dell’economia civile considerate, per la prima volta, all’interno del rapporto 2017 sul welfare aziendale delle piccole e medie imprese ("Welfare Index Pmi") promosso da Generali. Tale riconoscimento, in momenti di perdurante crisi dell’economia italiana, ci induce a utilizzare la necessaria prudenza nel giudizio complessivo verso realtà operanti all’interno del Terzo Settore. Nel contempo proprio per amore di chiarezza, avvertiamo l’urgente necessità che la Magistratura faccia la necessaria chiarezza all’interno dei flussi migratori e negli interessi ad essi connessi da più parti coltivati nel groviglio della Quattro concerti per quattro donne direttori d’orchestra e le immortali melodie di Schubert, Beethoven, Mozart, Rossini e Mendelssohn nella rassegna dedicata al Romanticismo in musica.Il maggio musicale del Conservatorio «Cimarosa» di Avellino è donna con la rassegna concertistica «Romanticismo in rosa » che dal 12 maggio al 1 giugno porterà sul palco dell’Auditorium «Vitale» quattro donne direttori d’orchestra – Stefania Rinaldi, Susanna Pescetti, Gina Grassi e Simonetta Tancredi – che celebreranno il Romanticismo in musica attraverso i brani più famosi di grandi interpreti del ‘700 e dell’800 come Mozart, Beethoven, Rossini, Schubert, Chopin, Liszt e Mendelssohn. Un viaggio senza tempo nell’Europa del XVIII e del XIX secolo, che spazierà dal Classicismo mozartiano allo Sturm und Drang romantico, attraverso quattro concerti tutti ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. «Con un programma di quattro concerti per orchestra, pianoforte e violino, il “Cimarosa” celebra il Romanticismo declinato al femminile attraverso le più belle melodie del ‘700 e dell’800 europeo. Sul palco saliranno quattro donne direttrici d’orchestra che guideranno il pubblico nell’ascolto dei brani che verranno eseguiti – sottolinea il presidente del Conservatorio Luca Cipriano – Con questa nuova rassegna iniziamo la programmazione musicale per la primavera e l’estate che verrà arricchita ulteriormente nelle prossime settimane da altri appuntamenti di grande richiamo per la città e la provincia» drammatica dinamica di riferimento: quando l’iter dei processi migratori non è del tutto rilevabile non si possono escludere momenti di devianza rispetto allo svolgimento ordinario dei processi stessi. Se fra le 22 aziende che hanno meritato la votazione massima, su un totale di 3422 realtà censite, appartengono alla sfera dell’impresa sociale (sempre all’interno del già citato rapporto 2017) significa che per tutti quelli, che a vario titolo, sono impegnati a promuovere realtà positive del tessuto economico nazionale, va con immediato interesse salvaguardato il merito di fare chiarezza, proprio per sconfiggere la corruzione. Tuttavia il rammarico suscitato dal modo di rappresentare i paventati e non escludibili fatti negativi, accaduti o in fase di accadimento, si fa stringente nell’animo di chi, da anni e senza tornaconto alcuno, opera nelle realtà del Terzo Settore, sorretto da motivazione autentiche di solidarietà e di responsabile partecipazione alla costruzione, concreta e trasparente, del bene comune.
edito dal Quotidiano del Sud