Chiesto in Parlamento lo scioglimento del Consiglio Comunale di Avellino

0
1119

L’operazione “Partenio 2.0” finisce nei banchi Parlamento: il deputato 5Stelle Antonio Del Monaco ha chiesto lo scioglimento del consiglio comunale per possibili infiltrazioni mafiose. Tuttavia, Del Monaco sembra confondere le elezioni, l’inchiesta della DDA fa riferimento finora a quelle del 2018 e non alle ultime vinte da Gianluca Festa.

Del Monaco ha sottolineato quanto sia grave quanto emerso finora, non risparmiando riferimenti ai due punti di riferimento della Lega in città: Damiano Genovese e Sabino Morano. Il Ministero degli Interni – ha affermato il deputato pentastellato – dovrebbe valutare lo scioglimento della giunta.

Ecco il testo completo dell’intervento: “È di ieri la notizia dell’arresto nel Comune di Avellino per Associazione a delinquere di stampo mafioso: sono 23 le persone arrestate su ordine del GIP e richiesta della Dda di Napoli, nell’ambito dell’operazione condotta dai Carabinieri e della Guardia di Finanza. Tra gli indagati c’è anche il coordinatore irpino della Lega che si è autosospeso dall’incarico; avvisi di garanzia e decreti di perquisizione anche a Damiano Genovese, consigliere comunale della Lega, figlio del boss Amedeo.
Diciassette invece gli indagati per altri reati, tra cui lo scambio elettorale politico-mafioso, ritenuti, in alcuni casi, “il braccio economico del nuovo clan Partenio”: il “Nuovo clan Partenio”, infatti, in parallelo con usura, estorsioni e traffico di droga, si avvaleva di un braccio economico-finanziario che aveva come riferimenti personaggi della politica e delle professioni. Nell’inchiesta è indagato anche Sabino Morano, imprenditore, segretario della Lega per la provincia di Avellino: nei suoi confronti si ipotizzerebbe il reato di scambio politico-elettorale mafioso.
Le indagini dei Carabinieri di Avellino sono iniziate nell’estate del 2017, dopo le dichiarazioni rilasciate durante un interrogatorio inerente ad un’indagine per sequestro di persona.
Alla luce di questi ultimi fatti, chiedo al Ministro della Giustizia di fare chiarezza sulla vicenda, e al Ministro degli Interni di valutare al più presto lo scioglimento del Consiglio Comunale di Avellino”.