Chirurgia potenziata all’ospedale di Ariano, sei sedute operatorie settimanali

L'Asl rilancia le attività anche presso il presidio ospedaliero di Sant'Angelo dei Lombardi Criscuoli-Frieri: affidato il coordinamento generale al dottore Carmine Grasso

0
574

L’Asl rilancia le chirurgie presso i presidi ospedalieri della provincia di Avellino. La direzione generale, guidata da Mario Nicola Vittorio Ferrante, ha voluto dare nuovo impulso alle attività chirurgiche affidando al dottore Carmine Grasso, la direzione della Chirurgia generale del Frangipane di Ariano Irpino, con funzione di coordinamento sui due presidi ospedalieri dell’Al Avellino di Ariano Irpino e Sant’Angelo dei Lombardi. “Una decisione – fanno sapere dall’Azienda ospedaliera avellinese – per dare una risposta efficace e tempestiva ai bisogni di un territorio che, tra Alta Irpinia e Valle Ufita Arianese, conta oltre 150mila residenti”.

Ad essere potenziate sia l’attività ambulatoriale che quella chirurgica. Sul primo fronte, sono state implementate le due agende, con un ampliamento degli orari di apertura al pubblico per visite e interventi chirurgici ambulatoriali: tre le sedute settimanali dedicate alla piccola chirurgia, di cui una giornata al Frangipane e due al Criscuoli-Frieri, per rispondere alle esigenze dei pazienti ed evitare lunghe liste di attesa.

Inoltre, sono state attivate presso il Presidio ospedaliero di Ariano Irpino due nuove agende, dedicate alle visite angiologiche e alla diagnostica doppler delle patologie venose degli arti inferiori.

In linea con la riorganizzazione delle attività chirurgiche e ambulatoriali, ad Ariano è ripresa l’attività proctologica, sia ambulatoriale che chirurgica. In particolare sono stati implementati la diagnostica e il trattamento mininvasivo (Epsit) delle fistole sacro coccigee e perianali, che rappresentano un fiore all’occhiello dell’Asl anche grazie ad una esperienza ormai decennale del dottor Grasso, con circa 8 anni di attività.

Infine, è previsto il potenziamento dell’attività di day surgery con introduzione dei Pacc (Percorsi ambulatoriali complessi e coordinati) chirurgici per alcune patologie trattabili con tali modalità.

Sul fronte dell’attività chirurgica propriamente detta, le Chirurgie generali del Frangipane e del Criscuoli possono contare su sei sedute operatorie settimanali, grazie alla attivazione ad Ariano di una seduta operatoria per la Chirurgia urologica e una seduta per la Chirurgia oculistica, che si vanno ad aggiungere alle due già attive nel presidio di Sant’Angelo dei Lombardi. La Chirurgia d’urgenza è attiva h24 e viene garantita, sette giorni su sette, su entrambi i presidi ospedalieri.

“Stiamo lavorando davvero bene – commenta il dottore Grasso -. Grazie alla determinazione e responsabilità dei colleghi e dei coordinatori infermieristici, e di tutto il loro personale con cui ho il piacere di collaborare su entrambi i presidi, stiamo potenziando in maniera significativa l’attività. Un grazie a tutti i servizi ospedalieri e tutti gli addetti che ci supportano. Un plauso va alla direzione ospedaliera e principalmente al direttore generale che sta investendo grandemente su mezzi, strumenti, attrezzature tecnologiche e uomini per il raggiungimento di un ottimo livello delle attività chirurgiche dell’ospedale Criscuoli e il rilancio di tutte le attività dell’ospedale Frangipane, che continua ad essere cantiere per gli investimenti strutturali e per le attività medico-chirurgiche”.