Concorso vigili urbani Avellino, decreto di sequestro bis dopo annullamento del Riesame

0
331

Emesso un  secondo decreto di sequestro per il cellulare del candidato ad un posto di vigile urbano nel concorso bandito dal Comune di Avellino. Il decreto è stato firmato dal pm Vincenzo Toscano ed eseguito dai militari del Nucleo Pef della Guardia di Finanza di Avellino, sotto il comando del tenente colonnello Alessio Iannone. Nel nuovo decreto, così come nella contestazione, vengono motivate le esigenze cautelari alla base del provvedimento probatorio disposto dalla Procura.

Il primo febbraio scorso, il Tribunale del Riesame per le misure reali di Avellino, presieduto dal giudice Lucio Galeota, aveva annullato il sequestro del cellulare di uno dei candidati al posto di vigile urbano presente alle prove orali del concorso. Queste prove si erano svolte nella sala consiliare del Comune di Avellino l’11 gennaio, dove erano intervenuti i militari del Nucleo Pef delle Fiamme Gialle di Avellino su delega della Procura.

Il Tribunale del Riesame ha accolto le richieste del difensore del candidato, l’avvocato Gaetano Aufiero, che aveva contestato vari aspetti del sequestro, anche in relazione a pronunce recenti della Corte di Cassazione. I giudici del Riesame hanno anche sottolineato che non sono state accertate le domande effettivamente rivolte ai candidati durante le prove orali. Poiché è stata esaurita l’unica data prevista per tali prove e non è stato predisposto un elenco scritto dei quesiti da porre ai candidati, non è possibile verificare l’effettiva identità tra le domande in possesso dell’indagato e quelle predisposte dalla commissione esaminatrice mediante un accertamento tecnico sull’apparecchio sequestrato.

La vicenda ha origine da un esposto,  che segnalava la presunta conoscenza da parte del candidato delle domande predisposte dalla commissione esaminatrice del concorso pubblico per esami per l’assunzione di dieci istruttori di vigilanza cat. C1. Gli agenti del nucleo della Guardia di Finanza di Avellino,  con un blitz , l’11 gennaio scorso hanno acquisito  i documenti pubblicati sull’albo pretorio del Comune di Avellino relativi al bando di concorso.