Comune di Avellino, sottoscritto il Contratto Collettivo Decentrato Integrativo

0
601

«Certamente si poteva fare meglio: anche se in ritardo, con la sottoscrizione del Contratto Collettivo Decentrato Integrativo 2019, abbiamo onorato ai dipendenti le spettanze maturate nell’anno e completato il percorso di progressioni orizzontali tanto atteso che ha visto gratificate, dopo numerosi anni, le professionalità dei lavoratori del Comune di Avellino», dice Antonio Santacroce, segretario generale della Cisl Fp IrpiniaSannio.

«Adesso, se dalle parole vogliamo passare ai fatti, occorre assumere una forte presa di posizione su tutte le problematiche che investono ancora il personale che, in un momento delicato come questo ed in condizioni disagiate, responsabilmente garantisce, anche in sottorganico, il funzionamento degli uffici e dei servizi da erogare alla cittadinanza».

«Attiviamoci per sottoscrivere anche il Contratto Collettivo Decentrato Integrativo anno 2020. Ciò consentirebbe la riqualificazione delle professionalità necessarie per sopperire ai numerosi pensionamenti, l’ attivazione di piani di welfare, insomma tutto quello che serve per riprendere il contatto diretto con l’utenza ed il ripristino di un regime di normalità all’interno degli uffici comunali».

«Sarà un autunno difficile ma non dobbiamo spaventarci degli effetti negativi che potrebbero derivare da un sistema che oggi si è contraddistinto con una politica del dare e del rinvio.
Lo sappiamo, ci sono cose che non vanno e che devono essere migliorate. Quindi da subito al lavoro per condividere e stipulare la proposta di contratto decentrato anno 2020 già presentata dalla Cisl Fp al Comune ad inizio anno».