Concorso docenti, al via le prove per 79.000 concorrenti. 1987 i posti disponibili

0
351

E’ ripartita questa mattina la macchina del concorso per reclutare nuovi docenti. Sono quasi 79mila i concorrenti della Campania che prenderanno parte alle prove del concorso, iniziate oggi, per un totale complessivo di 1.987 posti. Per la scuola dell’infanzia e la primaria i candidati in regione sono 21.080 per 338 posti. Per la scuola secondaria di I e II grado i candidati sono 57.722 per 1.649 posti.   A fare domanda su tutto il territorio nazionale sono stati 372.804 aspiranti insegnanti per 44.654 posti disponibili. Ad entrare saranno poco più di uno su dieci: i posti a bando sono infatti 15.340 per la scuola dell’infanzia e primaria e 29.314 per la scuola secondaria.Quasi tutti i docenti sono stati convocati presso sedi molto lontane dalle località di provenienza.

“Oggi iniziano le prove del concorso per reclutare a tempo indeterminato 44.654 insegnanti su posti comuni e di sostegno. Il nostro obiettivo – dichiara il ministro dell’Istruzione e del Merito Valditara – è dare stabilità al reclutamento, selezionando i futuri docenti anche alla luce della loro attitudine a insegnare, ed è per questo che abbiamo previsto che vi sia, oltre al tirocinio, prima dell’assunzione, anche una lezione simulata al termine del periodo di prova”.

La prova scritta si svolgerà su postazione informatica. Ciascun aspirante ha 100 minuti per rispondere a 50 quesiti a risposta multipla di contenuto non disciplinare, di cui 10 di contenuto pedagogico; 15 di contenuto psicopedagogico (compresi gli aspetti relativi all’inclusione); 15 di contenuto metodologico-didattico (compresi gli aspetti relativi alla valutazione); 5 sulla conoscenza della lingua inglese; 5 sull’uso didattico delle tecnologie digitali.

A ciascuna risposta corretta sono assegnati due punti; zero punti per risposta errata o non data. Chi è riuscito ad ottenere un punteggio in graduatoria di almeno 70/100 nella prova scritta ha diritto ad accedere a quella orale. “i conoscerà subito il risultato dello scritto. Dopo 100 minuti comparirà a video il numero di risposte corrette

La prova orale dovrà accertare la preparazione dei candidati sia sotto il profilo specificamente disciplinare sia per quanto riguarda la capacità didattica. A tal fine, i candidati dovranno svolgere una lezione simulata (con una traccia estratta a sorte). La prova scritta del concorso della Scuola dell’infanzia e della Primaria si svolgerà in un massimo di 3 sessioni, lunedì 11 (sessione mattutina e pomeridiana) e martedì 12 marzo (sessione mattutina). La prova scritta del concorso della Scuola secondaria di I e di II grado, invece, si svolgerà in un massimo di 10 sessioni, mattutine e pomeridiane, nei giorni di mercoledì 13, giovedì 14, venerdì 15, lunedì 18 e martedì 19 marzo.